martedì 16 gennaio 2018

Dopo il 4 marzo 2018


Dopo il 4 marzo mi alzerò tardi e non avendo impegni incombenti guarderò la TV (senza pagare il canone, lo ha promesso Renzi).

Il pomeriggio prenderò la macchina (senza pagare il bollo, lo ha promesso Silvio) farò un giro verso le università Padovane dove potrò vedere studenti che le frequentano (senza pagare le tasse, lo ha promesso Grasso).

E siccome ci sarà un reddito garantito per tutti da 750 € al mese (lo ha assicurato Di Maio) credo si possa anche fare a meno di andare a lavorare.


Io no...sarò già in pensione!!!

Se poi per noia o per curiosità mi farò assumere da qualcuno (perché il lavoro non mancherà) così dicono tutti i candidati, sappiate, che male che vada, sarò pagato con almeno 10 € all'ora (parola di Renzi).

Non verrò licenziato, perché tutti hanno promesso che il Jobs-Act verrà abolito e i soldi che guadagnerò, tutti, ma proprio tutti, saranno tassati al 15 % (lo ha giurato Salvini).

Si potrà andare in pensione a 60 anni non più a 67 (come assicura Berlusconi). Con una pensione minima garantita di 1000 € al mese, (sempre Silvio me lo ha promesso e che noto che è in gran forma).

Molti economisti dicono che il mio stile di vita e quello degli Italiani, costerà allo Stato, circa 200 miliardi di € all'anno in più, circa 50 mila € all'anno per ogni contribuente Italiano, in parole povere, più soldi di quelli che guadagnerò col reddito minimo e di quelli che risparmierò non pagando praticamente niente. 


Sempre questo senza contare la casa, la birra e il cibo per le grigliate.

Ma quelli sono i " tecnici " pignoli, saputelli e pure invidiosi.


Andrà tutto come deve andare e vedrete, e vedremo, che sarà una vera pacchia.

Attenti !!!! Me lo hanno promesso TUTTI !!!

E invece non cambierà nulla!!!

Da un'idea del Web



1 commento:

  1. https://www.vanityfair.it/news/politica/2018/01/11/promesse-elettorali-elezioni

    RispondiElimina