domenica 19 novembre 2017

Chi Governa il Mondo ?

 

La denuncia della Gabanelli che fa tremare “mezzo mondo”.Ecco chi ci comanda veramente.Il video della trasmissione “Report” da non perdere e condividere.
“Quando la politica non funziona diventa tecnica (o meglio tecnocrazia, vedi i governi tecnici susseguitisi in italia dopo la caduta pilotata di Berlusconi… Monti in primis”. Con queste parole la Gabanelli esordisce all’ inizio di questo video che svela ciò che molti non sanno e che altri non vogliono che si sappia.


Tutto parte dagli anni 80, quando esponenti di spicco di Stati Uniti, Europa e Giappone diedero vita alla commissione trilaterale (gruppo Bilderberg) voluta da Rockfeller per disegnare il futuro del mondo. Da allora, questa commissione non ha mai smesso di riunirsi in seduta plenaria una volta l’anno (con esponenti politici, industriali ecc), eancora oggi decide le sorti politiche e non solo del pianeta.

Nel corso degli anni essa si è posta sempre l’obiettivo di ridurre la democrazia, dando sempre più potere ai governi e meno ai parlamenti, più tecnocrazia (dittatura fiscale e non solo) e meno politica.
I membri della commissione ritengono che ogni paese non abbia bisogno di uno “Stato” così come lo si è inteso per centinaia di anni, e quindi agiscono per poter eliminare il concetto di sovranità nazionale e di autodeterminazione(come dimostrato dall’ Euro e dall’ UE.

Negli anni in cui fu fondata la commissione trilaterale, nessuno poteva pensare che essa avrebbe portato il mondo a diventare ciò che è oggi, talmente connesso a livello finanziario che se dovesse cadere una nazione si trascinerebbe dietro l’intero pianeta.

E anche di ciò che è stato sopra citato l’Euro e l’ UE ne sono una palese dimostrazione alla luce del sole, dove la Grecia in primis e l’Italia rappresentano la minaccia europea, ossia le nazioni che potrebbero cadere e trascinarsi dietro l’intera Unione Europea.


Ma chi sono attualmente i membri della commissione trilaterale? E chi sono quelli italiani?

di Francesco Amodeo



venerdì 17 novembre 2017

Chi sarà il successore di Totò Riina ?


Roma, Venerdì 17 Novembre. 

Dopo la morte appena avvenuta del "Capo dei Capi" Totò Riina, Cosa Nostra si riunisce per eleggere il successore.


By fotografiesegnant





giovedì 16 novembre 2017

Io odio il calcio


Buffon: 4 milioni l’anno
Barzagli: 3 milioni l’anno
Bonucci: 7,5 milioni l’anno
Chiellini: 3,5 milioni l’anno
Candreva: 850 mila l’anno
Florenzi: 1,7 milioni l’anno
Jorginho: 1,6 milioni l’anno
Parolo: 1,4 milioni l’anno
Darmian: 300 mila l’anno
Immobile: 700 mila l’anno
Gabbiadini: 400 mila l’anno

Donnarumma: 6 milioni l’anno
Perin: 200 mila l’anno
Rugani: 2 milioni l’anno
Gagliardini: 1,5 milioni l’anno
Belotti: 1,5 milioni l’anno
Insigne: 4,5 milioni l’anno
Astori: 500 mila l’anno
De Rossi: 6 milioni l’anno
Eder: 600 mila l’anno
Bernardeschi: 3 milioni l’anno
Zappacosta: 3 milioni l’anno
El Sharawy: 800 mila l’anno

C.T. Ventura: 800 mila l’anno

CINQUANTACINQUEMILIONIETRECENTOCINQUANTAMILAEURO a 23 coglioni che riempiono i giornali di gossip perché si scopano veline, letterine, meteorine e MERDINE di ogni sorta ma non riescono a fare IL LORO MESTIERE.
Dall’altra parte, milioni di teste di cazzo che muoiono di fame guadagnando 5000 volte di meno ma si svenano per pagare abbonamenti a Sky sport, Premium Calcio, abbonamenti allo stadio e sminchiano per ore in ogni bar commentando la gazzetta dello sport...

BRAVI!!!!!!!!!

By Fabio Vecchi (dalla pagina facebook "Io odio il calcio")



lunedì 13 novembre 2017

sabato 4 novembre 2017

Tappa la bocca al neonato che piange durante il battesimo


È così da quando una scimmia ha guardato il sole e ha detto all'altra scimmia: "Lui ha detto che tu devi dare a me la tua cazzo di parte."
 
Un sacerdote rumeno è stato sospeso dopo che questo video è stato visualizzato da migliaia di persone in pochi giorni. Dalle immagini che arrivano dalla cittadina di Brăila, si vede il prelato che afferra il neonato in malo modo, tappandogli la bocca per evitare che lo stesso pianga e dopo lo immerge tre volte nell'acqua. Traian Mazare, questo il nome del sacerdote, è stato sospeso per un mese dalla curia.

 

mercoledì 1 novembre 2017

La preghiera secondo il codice Isaia


Questa vicenda, che vede protagonista Gregg e il suo amico David (nome inventato), è ambientata nel deserto.

Immagina due uomini, due borracce d'acqua, un deserto che si estende per chilometri in ogni direzione e, in alto, un sole che picchia senza tregua da settimane, mesi.

In questo periodo, nelle terre messicane è in corso una siccità che, secondo David, non si verificava da centinaia di anni. La terra è così arida e secca che si spacca, e un rivoletto di acqua che fuoriesce dalla borraccia di Gregg evapora prima di toccare terra. Si, è una siccità che ha del sorprendente. Ed è per questo che David dice: "siamo venuti qui a chiamare la pioggia"

I nostri amici si incamminano verso un punto del deserto che è diverso dagli altri, infatti dopo diversi minuti di viaggio, Gregg e David giungono in un luogo decisamente anomalo: sul suolo vi era un cerchio formato da bellissime pietre, e ogni pietra era sistemata con una cura, una precisione che non lasciava alcun dubbio: erano pietre sistemate con amore e rispetto verso se stessi, la terra e le forze dell'universo intero 

Questo cerchio di pietre secondo David è: una ruota di medicina. Di per sé il cerchio di pietre non ha un potere. Fa da punto focale per chi formula la preghiera. Una sorta di mappa stradale che collega il mondo degli umani alle forze del Cosmo. 

Ciò che dice David è presto spiegato. Una ruota di medicina può essere paragonata alle posizioni che noi occidentali assumiamo mentre preghiamo: inginocchiarsi mentre si prega è un gesto di riverenza verso Dio, vero? Lo stesso vale per il popolo e la cultura di cui fa parte David. Con una differenza, però: noi occidentali tendiamo a rendere routinanti questi gesti di riverenza. Lo facciamo in modo abitudinario, senza consapevolezza e vera gratitudine verso la vita e l'Universo…basta notare le tante persone che si osservano in Chiesa. Ripetono meccanicamente, anno dopo anno, gli stessi gesti, le stesse parole ma…quante di queste persone sono veramente connesse con le energie della Vita? Io presumo che la percentuale sia prossima allo 0% 

Al contrario della popolazione indigena Messicana a cui appartiene David: in onore della vita e delle forze del creato, hanno costruito un cerchio di pietre in mezzo al deserto, a dispetto della fatica, del caldo….Beh, ogni ulteriore commento è superfluo. 

David entra nel cerchio di pietre dopo essersi tolto le scarpe. Senza produrre nessun suono (la preghiera non è fatta di parole, ricordi?), comincia a camminare intorno al cerchio, rendendo omaggio ad ogni pietra e alla sua posizione. In totale silenzio, a piedi scalzi sulla terra bruciata e rovente del deserto messicano. 

Ad un certo punto, dopo essere giunto quasi alla fine del cerchio, David si trova ora di fronte a Gregg, che rimane stupefatto: David ha gli occhi chiusi; ha percorso il cerchio, adattando i suoi movimenti alla sua forma e senza toccare o sfiorare nessuna pietra. In effetti David percepiva esattamente la posizione di ognuna della pietre bianche e levigate che formavano la ruota di medicina. 

Gregg è chiaramente senza parole e osserva il suo amico David che conclude il suo giro attorno al cerchio di pietre coprendosi il viso con le mani. Stava chiaramente pregando. Dopo alcuni minuti David apre gli occhi e dice: "Possiamo andare, il nostro lavoro è finito!"

Ed è quì che arriva il bello, ed è ora che io ti chiedo di leggere con mente aperta le ultime parole di questa storia. 

"Di già?", chiede Gregg. "Credevo fossimo venuti qui a pregare per la pioggia…." 

David si siede a terra per allacciarsi le scarpe, e alza il viso verso Gregg. Sorridente dice: "No, Gregg, non ho detto che saremmo venuti a pregare per la pioggia…ma a pregare la pioggia! 

Se avessi pregato per la pioggia, essa non arriverebbe mai!"



martedì 31 ottobre 2017

Dialoghi ermetici (Dio e le dimensioni)



T. : Per la Chiesa è stato un male necessario per diffondere la religione cristiana che di cristiano non aveva alcunché!

N. : La domanda da porci è: Dio è cristiano ,mussulmano,indù,buddista ecc.ecc.ecc.ecc.?

G. : Dio chi ?

N. : comunque sia il cattolicesimo ...senza guardare lontano ,è stato imposto con la violenza e la morte,tanto basterebbe ad un cerebroleso per meditare...ma finchè esisterà gente che vede Gesù e la Madonna sarà inutile discutere!

G. : D-IO? nessuno di questi.

N. : D= Divino-IO= io superiore...morale ciò che l'uomo chiama Dio è la coscienza Cosmica contenuta in ogni particella micro e MACRO-Cosmica.

In poche parole siamo Noi dio !!!

T. : IO dualità fusi creano il terzo stato che raggiunge con la massima evoluzione il quarto stato ( Tetragramma )

N. : Dio è una rete neurale interconnessa che comunica con onde e vibrazioni formate da luce-suono , tutto comunica ed è collegato alla coscienza cosmica (DIO). La dualità esiste in terza dimensione ed è effimera...

T. : Ma è un passaggio obbligato, non si può saltare ad altre dimensioni senza entrare prima in sintonia con le vibrazioni più basse, via via si passa a quelle più elevate. Dipende dalla evoluzione che hai raggiunto e vai oltre.

N. : In terza dimensione è necessaria la dualità per permettere un equilibrio accettabile perchè è una fascia energetica densa di materia con basse vibrazioni e frequenze...se non esistessero tali presupposti(gli opposti) tutto il sistema 3D sarebbe instabile e governato da un caos presente negli stati quantici ma incontrollabile in terza dimensione!

T. : Quindi passaggio obbligato.

N. : Quel via via di qui parli dipende solo da Te e dal Tuo Stato di Coscienza.

T. : Esatto !

N. : In realtà l'evoluzione non è andare oltre...bensì integrare (inglobare) i propri stati dell'Essere...ovvero Essere contemporaneamente nei dodici stati dimensionali in piena coscienza e allineamento! dalla dimensione 1 (subatomica) alla 12 ( Energia o Coscienza Cosmica) corso evolutivo - grado avanzato.

G. : 12 stati?

N. : Gesù ,Budda ecc. provenivano dalla 7^ D.

G. : Io sto ancora a zero ?

N. : Al massimo al 3° G.

T. : Zero è anche un numero, una partenza.

N. : Quando sognamo siamo in 4^ a volte 5^. Se leggiamo il sistema a livello informatico quindi col sistema binario siamo un insieme di 010011010101 ecc. G. i 12 Stati o Dimensioni esistono anche se non ne sei cosciente...esiste una te in 12 dimensioni, se ne prendi coscienza ogni parte di te sente tutte le 12 parti che compongono la tua unicità,quando si riallineno si torna a Casa.

Nosso Lar = chi è cosciente è già a Casa...nosso= nostra ,lar= dimora.


sabato 28 ottobre 2017

Il fallimento dell'Onu


Gli obiettivi dell'Onu per il 2015 non sono stati raggiunti ed ora siamo nel 2017. 
 
L'Assemblea generale dell'Onu ogni anno ripropone buoni propositi e discute di questioni che non sempre vengono affrontate concretamente. 
 
Per essere credibile il rispetto degli impegni esistenti, prima ancora dei futuri, deve essere una priorità per tutti i Paesi che li hanno assunti. 
 
Al momento, a causa del mancato impegno della maggior parte degli stati membri dell'Onu, possiamo affermare che l'Onu è un fallimento.
 
Non può bastare la lettura di un rapporto che delinea la visione dell'Onu e il quadro di sviluppo sostenibile che intende approntare "per soddisfare i bisogni sia delle persone che del pianeta" come ha candidamente annunciato il segretario generale Ban Ki-moon (presidente dal 17 gennaio 2004 – 1º dicembre 2006).

Non basta teorizzare che l'agenda per lo sviluppo post 2015 debba basarsi sui diritti, con particolare attenzione alle donne, ai giovani e ai gruppi emarginati.
 
Ecco un video in risposta al fallimento dell'Onu : 

domenica 15 ottobre 2017

Telegram vs Whatsapp

1. Registrazione intuitiva e contatti facilmente reperibili

2. Disponibile su qualsiasi piattaforma (altro che WhatsApp Web)

3. Condivisione senza limiti (o quasi)

4. Sicurezza ad altissimo livello


5. Supergruppi ed emoji personalizzabili


from : https://www.androidpit.it/telegram-migliore-whatsapp-motivi 



ULTIM’ORA: WhatsApp, lo stato "online" svela se dormiamo e con chi parliamo...

SAPERE se dormiamo e con chi stiamo parlando non sarebbe poi tanto difficile, con buona pace della privacy. Chiunque, sia un fidanzato geloso che un inserzionista interessato, sarebbe in grado di tracciare le nostre attività su WhatsApp, semplicemente analizzando lo stato "online". È facile sapere quando un contatto è presente su WhatsApp e quando una persona si è collegata l'ultima volta. Se si può nascondere la voce "ultimo accesso", è invece impossibile nascondere lo stato "online". Ed è proprio su questo punto che l'app di messaggistica mostra la sua vulnerabilità. A lanciare l'allarme sul suo blog è Rob Heaton, un ingegnere software che in passato si è già occupato di questioni simili. Secondo lui, basta costruire un'estensione per Chrome in grado di registrare le attività online dei propri contatti WhatsApp, per scoprire se dormono o con chi stanno chattando. Quella che appare come un'innocua voce in alto a sinistra, nasconde quindi delle insospettate insidie.


giovedì 12 ottobre 2017

Le fake news terroristiche della Lorenzin

 

Questo è terrorismo, oltre che una notizia falsa divulgata da un ministro....


Queste sono le fake news direttamente dal nostro Ministro Lorenzin...Ma che bella faccia tosta...si deve dimettere !!!
 

mercoledì 11 ottobre 2017

MR. ROBOT 3 – I PRIMI 7 MINUTI DELLA TERZA STAGIONE


La scena d’apertura introduce un nuovo personaggio, Irving (Bobby Cannavale), “un laconico e pragmatico vecchio venditore di auto usate” che evidentemente nasconde qualcosa di più. In seguito, la clip ci porta all’interno dell’impianto nucleare di Washington Township, sito di grande importanza per Whiterose (BD Wong), l’enigmatica leader della Dark Army che si nasconde dietro l’identità di Zhang, Ministro della Sicurezza cinese. Si tratta dello stesso impianto nucleare dove lavoravano il padre di Elliot (Rami Malek) e la madre di Angela (Portia Doubleday), e che ha causato la morte di entrambi, spingendo Elliot sulla strada dell’hacking.

martedì 10 ottobre 2017

Bruce Lee (Il Maestro)


Bruce Jun Fan Lee (李小龍T, Lǐ XiǎolóngP; San Francisco, 27 novembre1940 – Hong Kong, 20 luglio 1973) è stato un attore, artista marziale, filosofo, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico cinese con passaporto statunitense.
 
Nato nella Chinatown di San Francisco da famiglia originaria di Hong Kong, cresciuto poi nel suo paese natale e ritornato a diciotto anni a San Francisco, Lee è ampiamente considerato uno dei più influenti artisti marziali di tutti i tempi, nonché l'attore più ricordato per la presentazione delle arti marziali cinesi al mondo. I suoi film, prodotti a Hong Kong e ad Hollywood, elevarono ad un nuovo livello di popolarità e gradimento le pellicole di arti marziali e l'interesse per questo tipo di discipline in Occidente. La direzione ed il tono delle sue opere influenzarono profondamente i film di arti marziali di Hong Kong che, fino ad allora, avevano mostrato più un senso teatrale che realistico delle scene. L'arte marziale da lui sintetizzata è chiamata Jeet Kune Do. (fonte Wikipedia)
 
 
 Frasi Famose di Bruce Lee: 
 
 “Più sono vuote le teste, più sono lunghe le lingue.”
 
 “Essere umili verso i superiori è un dovere, verso gli eguali è cortesia, verso gli inferiori è nobiltà, verso tutti è la salvezza.”
 
“La maggior parte delle persone parla senza ascoltare. Ben pochi ascoltano senza parlare. È assai raro trovare qualcuno che sappia parlare e ascoltare.”
 
 “Vi dirò il mio segreto per liberare la mente dai pensieri negativi. Quando un tale pensiero entra nella mia mente, lo visualizzo come se fosse scritto su un pezzo di carta. Quindi gli do mentalmente fuoco e lo visualizzo mentre brucia fino a diventare cenere. Il pensiero negativo è distrutto, e non entrerà più.”

Ecco un filmato con protagonista il mito indiscusso delle arti marziali, Bruce Lee, girato a Longbeach, in California, nel 1967.


domenica 8 ottobre 2017

Internet USA vs Italia


Il Rapporto sullo Stato di Internet di Akamai, riferito all'ultimo trimestre del 2016, ci mette ancora una volta di fronte al fatto che il nostro paese occupa ancora le ultime posizioni al mondo in fatto di velocità della rete e di adozione della banda larga. L’Italia è al 58° posto nel mondo per velocità a 8,7 Mbps. La Norvegia è a 23,6 Mbps con una crescita annua del 26%.


L’Italia è una Repubblica fondata sui 56K, in pratica la velocità di Internet negli anni 90. Su 28 Paesi dell’Ue è al 25° posto dell’indice europeo di digitalizzazione (Desi). E se in Corea del Sud, leader mondiale, la velocità media di connessione è di 20,5 megabit, e in Svezia, leader europeo, è di 17,4 mega, noi siamo fermi a 5,4 mega. In Italia il servizio universale garantito per legge è fermo al doppino di rame collegato al modem. Per questo, mentre giovedì è atteso l’ennesimo lancio del piano di governo sulla banda ultralarga, l’Autorità garante nelle comunicazioni chiede un salto tecnologico nella qualità minima dei servizi di accesso a Internet. «In Italia ci sono le condizioni per passare dai 56K ad almeno 2 mega» spiega il presidente dell’Agcom Angelo Cardani. 2 mega vuol dire il minimo necessario per parlare di Adsl, un sistema di connessione che a oggi è preistoria. Intendiamoci, qui stiamo ancora discutendo di «accesso efficace» alla Rete, mentre ci sono Paesi come la Finlandia che dal 2010 garantiscono un megabit gratuito a ogni cittadino, nella convinzione che Internet sia un bene (pubblico) necessario. Per capirsi: 56K è la banda stretta. Con l’Adsl si entra nella banda larga che ancora domina in Italia. Il mondo è proiettato ormai verso la banda ultralarga, cioè una velocità che va da 30 mega in su, più facile da ottenere grazie alla fibra ottica. I ritardi dell’Italia sono sintetizzati in cifre impietose. La copertura di banda ultralarga (superiore a 30 mega) è ferma al 44% contro una media Ue del 71%. Quella a 100 mega è inchiodata al 10,2% contro l’85% richiesto dall’Europa entro il 2020. Gli italiani che hanno abbonamenti sopra i 30 mega sono il 5,4% (il 30% nell’Ue).

In Italia se entri in un negozio....molto probabilmente non ha internet, se lo ha, devi pregare il titolare per avere la password del wi-fi e per giunta la linea è lentissima, in America...NO !!!

domenica 24 settembre 2017

I soldi degli sms solidali non sono mai arrivati alle popolazioni colpite dal sisma


«I soldi degli sms solidali non sono mai arrivati alle popolazioni colpite dal sisma». È la denuncia rilasciata ieri dal sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, dal palco di Atreju, la festa di Fratelli d'Italia.  In particolare il sindaco si riferimento a interventi «estranei alle aree pertinenti», come, ad esempio, «una pista ciclabile in un paese delle Marche non colpito dalle scosse», una delle opere inizialmente proposte dalla Regione Marche.

Da Facebook ecco i commenti :

Giuseppe Damiano Ancora ci sono persone stupite che aiutano tramite un sms? È meno male che stiamo nel 2017? Poveri illusi, se volete aiutare qualcuno fateci un bonifico personalmente allintestatario dopo accertati che a veramente bisogno di aiuto. Io non o mai farò un sms e mai lo farò chi a bisogno di me sa dove sono.

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi
12
1 h
Gestire
Disi Anto Spero che i cittadini se lo ricordino quando andranno a votare, altrimenti in futuro queste “organizzazioni politiche” si sentiranno autorizzate all’esproprio di qualsiasi bene altrui

Rispondi
12
1 h
Gestire
Antonio Lamacchia Ladri...bisognava spenderli e rendicontare , non farli confluire anonimamente, sempre sia dimostrabile, nel calderone dove dovrebbe confluire solo il finanziamento statale.

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi44 min
Gestire
Giovanna Volponi Vergogna... anchio mi chiedevo la stessa cosa...ma quei soldi che la gente ha mandato dove sono finiti....????? Praticamente se le sono rubati... qyesta e' realta' ...
😕😑😈


Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi47 min
Gestire
Angela Scarpato Tanto ormai lo sappiamo tutti!! Però 'perseveriamo. ....chissà x ché. ...forse x ché speriamo di fare la cosa giusta anche se la speranza va a farsi friggere

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi2 min
Gestire
Giuliano Galiano che razz e mariuoli sulle spalle di chi ha perso tutto,metteteli a scavare sotto le macerie a questi falsi umani ..truffatori banchieri e politichesi infami.una bella scossa da voi nelle camre buie mai eheheheheh ..

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi1 min
Gestire
Gianpaolo Lupoli E che te pensavi con sti 4 maiali che stanno a Roma ladri e corrotti se ne fregano della povera gente !!!

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi
5
1 h
Gestire
Gennaro Coppola Dona 2€ dona 5€...certo certo. Ma poi perché questi importi obbligati? Ognuno deve essere libero di poter donare quello che può e quello che vuole.

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi
4
1 h
Gestire
Seba Ferlito Il PD ..Non guarda in faccia a nessuno 😂😂😂..e troppo altruista ...fa business con immigrati. .e ..fa business anche con i poveri terremotati. .che va tutta la mia solidarietà. ..ma questi truffaldini del pd e assurdo fanno venire da vomitare

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi
2
51 min
Gestire
Ernesto Cantalini Storie vecchie già viste!!! Gli SMS per l aquila dove sono?....nelle banche...?...???....l aquila non li ha mai visti!

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi
2
1 h
Gestire
Vincenzo Marconi Aperta un'indagine della Procura X sapere che fine hanno fatto i soldi raccolti con gli sms X il terremoto ma mai giunti a destinazione purtroppo non succederà nulla nessuno in galera nessuna somma destinata alla giusta causa e il cetriolo a tutti noi italiani che abbiamo inviato soldi con gli sms

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi
2
1 h
Gestire
D Amore Mal Che novità.. siamo in Italia.. lo hai dimenticato? Un popolo di ladri..

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi1 h
Gestire
El Isa Ma perché cosa vi aspettavate questo è un altro saccheggio da parte di tutti i sangui suga che stanno al governo

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi32 min
Gestire
Marmo Blu Caro sindaco non dimenticare che siamo in Italia. Quando succede un disastro ti fanno visita i politici dando una pacca sulle spalle e ti senti dire: non preoccupatevi ci faremo carico di starvi vicini e più che altro ci sforziamo di appropiarci delle donazioni che fanno gli italiani.

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi
1
1 h
Gestire
Ilaria Capolino Mai inviati.ne' per terremoto ne'per altro.come le adozioni a distanza.Meglio farlo personalmente.sempre.

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi
1
1 h
Gestire
Gaetano Cervera Gli sms solidali sono la.piu' grande truffa che esista nel nostro paese: se avessero usato tutti i fondi donati per la fame nel mondo questa piaga non esisterebbe da anni

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi
1
1 h