martedì 31 marzo 2015

Se questi sono i nostri politici....che Dio ci aiuti


Chi sono i nostri politici?

Volevo solo ricordarvi che il potere politico è composto da uomini pronti a tutto per conservare i vantaggi delle loro situazioni. Questo significa che più della metà della popolazione non ha più fiducia negli uomini politici; ciò prova che essi non sono totalmente mentitori, essi sono totalmente incompetenti.
Preferisco dire tutto molto veloce che non dire nulla per molto tempo! Capite? Adoro guardare (in questi giorni di campagna elettorale) la televisione questi uomini politici dal talento straordinario che non dicono niente per lungo tempo…sono dei veri artisti nel loro genere. Adoro guardarli, perché io, che devo dire tutto in così poco tempo, trovo che quello che fanno è di una difficoltà straordinaria, un vero sport! In tutti i paesi non solo in Italia, sono tutti uguali (Politici di Destra di Centro e di Sinistra) : parlano molto ma non dicono niente… quando non ci si addormenta! E’ il talento degli uomini politici.

Cari Saluti da Yoel 

Lettera trovata su internet : http://www.letterealdirettore.it/chi-sono-i-nostri-politici/

Se questi sono i nostri politici...che Dio ci aiuti !!!  



video

domenica 29 marzo 2015

THE GHOST SONG



Awake
shake dreams from your hair, my pretty child, my sweet one
choose the day, and choose the sign of your day,
the day's divinity, first thing you see

a vast radiant beach and cool jewelled moon
couples naked race down by its quiet side
and we laugh like soft, mad children,
smugged in the woolly cotton brains of infancy
the music and voices with all around us
choose, they croon, the ancient ones, the time has come again
choose now, they croon, beneath the moon, beside an ancient lake
enter again the sweet forest
enter the hot dream, come with us
everything is broken up and dances
indian scattered on dawn's highway bleeding
ghosts crowd the young child's fragile eggshelled mind

we have assembled inside this ancient and insane theatre
to propagate our lust for life and flee the swarm of wisdom's restraints
the barns are stormed, the windows kept
and only one of all the rest
can dance and save us from the divine mockery of words
music inflames temperament
oh, great creator of being
grant us one more hour
to perform our art and perfect our lives
we need great golden copulations
when a true king's murderer has been allowed to roam free
a thousand magicians arise in the land
where are the feasts we were promised?
_____________________________________________________________________
 
Svegliati!
Scuoti i sogni dai tuoi capelli
Mia graziosa piccolina, mia unica dolcezza.
Scegli il giorno e scegli il segno del tuo giorno.
La divinità del giorno
La prima cosa che vedi.
 Una vasta spiaggia radiosa in una fredda luna ingioiellata.
Coppie nude corrono nella pace di quel luogo.
E noi ridiamo come bimbi, matti e leggeri.
Tutti presi nell’ovatta d'una mente infantile.
Musica e voci ci circondano ovunque.
 Scegliete, fa la cantilena rituale degli Antichi Dei:
quel tempo è tornato.
Scegliete adesso, completate il rito:
sotto la luna
Vicino a un lago antico.
Rientrate nella dolce foresta,
Rientrate nel sogno bollente,
Venite con noi.
Tutto è in frantumi e danza.
 Indiani sparsi sull'autostrada dell'alba sanguinano.
Fantasmi affollano la fragile mente
di guscio d'uovo del bambino.

 
Ci siamo radunati dentro questo antico e folle teatro
Per propagare la nostra libidine di vita
e sfuggire alla confusione sciamante
delle strade.
I granai sono nella tempesta.
Le finestre sbarrate
e uno soltanto in tutto questo casino
danza e ci salva
con la divina beffa delle parole e delle metafore.
La musica infiamma il temperamento:
O gran Creatore dell’essere!
Garantisci un’ora in più per perfezionare
la nostra arte
e cesellare le nostre vite
Ci servono grandi amplessi dorati,
(Quando gli assassini del vero Re,
sono liberi di andarsene in giro impuniti
un migliaio di Maghi sorgono
nel paese)
Dove sono le feste
Che ci avevano promesso?

Il significato della Domenica delle Palme




huc properate viri: salebrosum scandite montem pulchra laboris erunt premia palma quies

(O uomini, affrettatevi a venire quassù, salite l’aspro monte, bel premio alla fatica sarà la palma che dà la serenità)

La palma, s' intende quella da dattero, è sempre stata universalmente considerata simbolo di vittoria, di ascensione, rigenerazione e immortalità. 
Nei Salmi dell'Antico Testamento si legge che: "Il giusto fiorisce come la palma", albero che non produce niente di inutile poiché si usa ogni suo elemento, ed è come l' uomo pio che può aiutare facendo del bene ad imitazione di quello che per Dio è consuetudine. 
I greci chiamavano la palma phoenix, come il mitico uccello Fenice, associandola ad Apollo, il dio solare per eccellenza, e Atena-Minerva, la dea della saggezza, era anche raffigurata con in mano un rametto di palma. Hathor, la dea egiziana del cielo, era considerata la "signora della palma da dattero", per i romani era emblema della vittoria per eccellenza e la dea della vittoria era detta Palmaris. 
La palma è il simbolo che si ritrova spesso nelle catacombe cristiane, incisa sui marmi o negli affreschi, in mano a santi e martiri per indicare la loro vittoria spirituale morendo per la fede. Secondo Jung, la palma è simbolo dell'anima
nell'iconografia popolare (i santini) la palma è simbolo di martirio, solitamente il martire regge la palma e il simbolo del suo martirio.
La palma è anche un simbolo massonico e rappresenta la giustizia.

(Più in alto, su un altipiano fiorito, li attende la Quiete tra i filosofi Socrate, pronto a ricevere la palma dalla vittoria, e il cinico Cratete, che dispregia la ricchezza rovesciando in mare un cesto pieno di gioielli. Il filosofo può infatti passare una vita sana e frugale rinunciando ai beni terreni. Tutt'attorno il mare si presenta tempestoso. Il messaggio dell'allegoria, di per sé già chiaro (la virtù si può raggiungere ma con fatica) è chiarito anche dal cartiglio sopra la Sapienza: huc properate viri: salebrosum scandite montem pulchra laboris erunt premia palma quies.)



sabato 28 marzo 2015

Pasqua senza agnelli




Verrà il tempo in cui l'uomo non dovrà più uccidere per mangiare, ed anche l'uccisione di un solo animale sarà considerato un grave delitto...
(Leonardo da Vinci)

Il mio blog è contro questa barbarie !!!

Agnello a Pasqua? 6 motivi per non mangiarlo (di Animal Equality)


1) Per cominciare, un agnello lasciato morto all'aperto per giorni e giorni, in avanzato stato di decomposizione, in un recinto a contatto con altri agnelli e pecore (con grande rischio di contaminazione per tutti gli altri animali).
2) Agnelli e pecore rinchiusi per ore in spazi molto ristretti, costretti a calpestarsi per il nervosismo e lo stress, senza cure veterinarie, in stato di ipotermia perché all'agghiaccio, in condizioni igienico-sanitarie pessime, in alcuni casi prossimi alla morte.
3) Agnelli sottoposti alla 'pesatura', una pratica illegale in cui gli agnelli vengono legati, issati per i carpi e pesati in gruppi, che può portare lesioni come strappi muscolari e dei legamenti
4) Addetti e allevatori che maneggiano gli animali con noncuranza e violenza, prendendoli per il collo o trascinandoli da terra con veemenza e persino lanciandoli per caricarli sui camion.
5) Questo negli allevamenti. E nei macelli? Beh, qui la situazione è anche peggiore: in uno di questi, specializzato nella macellazione dell'agnello, gli animali vengono radunati in recinti limitati da grate metalliche, molto stretti. Stressati e spaventati si ammassano l'uno su l'altro urlando e rimangono spesso impigliati nelle grate, ferendosi, nell'attesa di essere uccisi.
6) Secondo Animal Equality, l'elettronarcosi (l'applicazione di corrente elettrica per stordire l'animale e renderlo incosciente) non viene utilizzata correttamente ed è evidente dalle immagini che gli animali non vengono storditi del tutto. Al momento dello sgozzamento, quindi, sono ancora coscienti di cosa gli stia accadendo, scalciano e si dimenano fino alla morte, che sopraggiunge per dissanguamento.


video


venerdì 27 marzo 2015

La verità non esiste



La verità sta nel mezzo ?

La verità non esiste. Non esiste una verità assoluta. Esistono verità diverse. E’ una questione di etica morale e dunque quella individuale è soggetta a molte oscillazioni.

È quasi sempre vero. Ma qual è la verità?

Cosa accade se c’è chi ammette le proprie colpe e chi è solo capace di scagliare la pietra senza riconoscersi in nulla colpevole? O dando alle proprie di colpe un’importanza insignificante o ancora togliendo qualsiasi nesso di causa – effetto tra i propri comportamenti e quelli dell’altra colpevole persona?

Succede che chi non si da pace per i propri errori si macererà nel senso di colpa a causa di una verità violata, viziata, malata, a causa di una verità che sostanzialmente tale non è.

Succede che il finto incolpevole vivrà beatamente per la sola fortuna di essere nato con un certo carattere, che gli impedisce di ammettere di aver sbagliato, che gli impedisce di ammettere di essere stato concausa importante degli errori altrui.

La verità verrà riscritta nella testa del finto incolpevole, lui dovrà uscirne pulito e modificherà nei suoi ricordi tempi, modi, parole, ci crederà davvero, gli serve per guardarsi allo specchio e iniziare felice la giornata della sua nuova vita. Quella nuova storia inventata sarà la sua verità.

La verità sta quindi nel mezzo sì, ma di quale verità?

lunedì 23 marzo 2015

Chi comanda il mondo ?

Chi comanda il mondo, c’è una dittatura, c’è una dittatura
Chi comanda il mondo, non puoi immaginare quanto fa paura
Chi comanda il mondo, oltre che il potere vuole il tuo dolore
e dovrai soffrire, e sarai costretto ad obbedire
Chi comanda il mondo, voglia di sapere, voglia di capire
Chi comanda il mondo, sotto questo cielo che ci può sentire
e chi ha creato il mondo, Torre di Babele, Torre di Babele
chi ha creato il mondo, messo sulla croce in Israele
C’è una dittatura di illusionisti finti
economisti equilibristi
terroristi padroni del mondo peggio dei nazisti
che hanno forgiato altrettanti tristi arrivisti stacanovisti
gli illusionisti, che ci hanno illuso con le parole libertà e democrazia
fino a portarci all’apatia
creando nella massa, una massa grassa di armi di divisione di massa
media, oggetti, nomi, colori, simboli
la pensiamo uguale ma siamo divisi noi singoli
dormiamo bene sotto le coperte
siamo servi di queste sorridenti mer*e
Fate la nanna bambini, verranno tempi migliori
Fate la nanna bambini e www.nuovecanzoni.com disegnate i colori
Fate la nanna che la mamma, vi cullerà sui suoi seni
Fate la nanna bambini volati nei cieli
Ma un giorno un bambino di questi si sveglierà
e l’uomo più forte del mondo diventerà
portando in alto l’amore
Chi comanda il mondo, c’è una dittatura, c’è una dittatura
Chi comanda il mondo, non puoi immaginare quanto fa paura
Chi comanda il mondo, Torre di Babele, Torre di Babele
chi ha creato il mondo, dice sempre che va tutto bene
La libertà e la lotta contro l’ingiustizia
non sono né di destra né di sinistra
la musica può arrivare nell’essenziale
dove non arrivano le parole da sole
gli illusionisti ci hanno incastrati firmando i trattati
da Maastricht a Lisbona
siamo tutti indignati perché questi trattati
annullano ogni costituzione
quì bisogna dare un bel colpo di scopa
e spazzare via ogni stato da quest’Europa
se ogni stato uscisse dall’Euro davvero
magari ogni debito andrebbe a zero
perché per tutti c’è un punto d’arrivo
nessuno lascerà questo mondo da vivo
vogliamo una terra sana, sana
meglio una moneta sovrana (che una moneta put*ana)
Fate la nanna bambini, verranno tempi migliori
Fate la nanna bambini e disegnate i colori
Fate la nanna che la mamma, vi cullerà sui suoi seni
Fate la nanna bambini volati nei cieli
Ma un giorno un bambino di questi si sveglierà
e l’uomo più forte del mondo diventerà
portando in alto l’amore
Chi comanda il mondo, c’è una dittatura, c’è una dittatura
Chi comanda il mondo, non puoi immaginare quanto fa paura
Chi comanda il mondo, oltre che il potere vuole il tuo dolore
e dovrai soffrire, e sarai costretto ad obbedire
Chi comanda il mondo, voglia di sapere, voglia di capire
Chi comanda il mondo, sotto questo cielo che ci può sentire
e chi ha creato il mondo, Torre di Babele, Torre di Babele
chi ha creato il mondo, messo sulla croce in Israele
Fate la nanna bambini volati nei cieli.

domenica 22 marzo 2015

Come Air France tortura le scimmiette


Il video denuncia di P.E.T.A.

L’organizzazione animalista PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) ha reso noto che Air France è una delle compagnie che trasportano con i propri aerei le scimmie che poi saranno utilizzate per i test in laboratorio. Leggiamo sul sito di PETA:

Air France afferma di ‘rendere il cielo il miglior posto del mondo’. Ma in realtà la compagnia aerea sta rendendo il cielo un posto pericoloso e spaventoso, dato che è uno dei maggiori trafficanti di primati nel mondo. Air France continua a spedire le scimmie ai laboratori, nonostante tutte le maggiori compagnie aeree abbiano cessato di inviare primati in questi terrificanti viaggi di sola andata
Molte delle scimmie che Air France spedisce ai laboratori sono state strappate al loro habitat naturale, alle proprie case e famiglie”. Ammassate in piccole gabbie di legno nelle stive degli aerei passeggeri, dove devono sopportare un viaggio tetro e terrificante. Quando arrivano negli Stati Uniti, gli animali sono portati in strutture come Shin Nippon Biomedical Laboratories e Covance, dove vengono imprigionati e torturati nel corso degli esperimenti“.

video

Anonymous dichiara guerra all’Isis

 

Messaggio di Anonymous :

Per troppo tempo in passato avete usato Internet come un importante vettore per la vostra propaganda. Noi abbiamo visto i vostri giornali, video, registrazioni su molte piattaforme. Internet è per la libertà di parola, non per l'odio. Voi avete attirato la nostra attenzione eseguendo di recente azioni indirizzate a tutto il mondo. Questo compreso ucccidere persone innocenti, anche diversi musulmani in nome di Allah.
I musulmani sono le prime vittime di questi vostri folli gesti. Non possiamo nemmeno parlare di voi come barbari. I barbari almeno avevano un obbiettivo. Non abbiamo paura, siamo arrabbiati, siamo determinati e non torneremo indietro per via delle vostre minacce. Le legioni aumentano, sono organizzate, identificano, fanno cadere e riportano in questo momento la vostra propaganda in tutto il mondo in tutte le lingue.
Noi siamo liberi, nessuno ci dice cosa pensare.
Noi siamo uno, noi siamo uniti.
Noi siamo legione.
Noi siamo determinati a portare a termine questo compito a tutti i costi. In realtà un team internazionale di hacker: dell'Asia Orientale, del vicino Oriente, dell'Europa Occidentale e dell'America ha unito le forze insieme ad Anonymous. Noi abbiamo trovato la più grande propaganda nella vostra causa, coloro che sono coinvolti in questi messaggi saranno incorniciati.
Noi siamo un'idea e non potete uccidere ciò che non vive. Il lavore è iniziato. Molti dei vostri siti web sono ora down e abbiamo identificato i vostri programmatori principali. Tutta la vostra rete è down.
Insieme a molti dei vostri account twitter, profili facebook e di altri social network che utilizzate per la propraganda sono down. Questo è solo l'inizio.
Noi siamo determinati. Internet non è per la vostra propaganda.
Tick, Tock. Tick e Tock.
Il tempo è scaduto.
Jihadisti, stiamo arrivando.
Vi stiamo chiudendo su voi stessi.
Questo è l'inizio della fine.


We are Legion.
We do not forgive. 
We do not forget. 
Expect us !
 

mercoledì 18 marzo 2015

Wikileaks


WikiLeaks (dall'inglese leak «perdita», «fuga [di notizie]») è un'organizzazione internazionale senza scopo di lucro che riceve in modo anonimo, grazie a un contenitore (drop box) protetto da un potente sistema di cifratura, documenti coperti da segreto (di Stato, militare, industriale, bancario) e poi li carica sul proprio sito web. WikiLeaks riceve, in genere, documenti di carattere governativo o aziendale da fonti coperte dall'anonimato e da whistleblower.
Il sito è curato da giornalisti, attivisti, scienziati. Comunque i cittadini di ogni parte del mondo possono inviare (sono anzi invitati a farlo) materiale «che porti alla luce comportamenti non etici di governi e aziende» tenuti nascosti.
Gran parte dello staff del sito, come gli stessi fondatori del progetto, rimane anonima.
L'obiettivo dell'organizzazione è di assicurare che gli informatori non vengano perseguiti per la diffusione di documenti sensibili.
L'organizzazione dichiara di verificare l'autenticità del materiale prima di pubblicarlo e di preservare l'anonimato degli informatori e di tutti coloro che sono implicati nella fuga di notizie.
Nonostante il prefisso, il progetto non è un wiki e non ha alcun legame con Wikimedia Foundation, l'organizzazione senza fini di lucro che possiede i server di Wikipedia. WikiLeaks, per scelta, non ha alcuna sede ufficiale. Infatti vuole essere «una versione irrintracciabile di Wikipedia che consenta la pubblicazione e l'analisi di massa di documentazione riservata». Lo scopo ultimo è quello della trasparenza da parte dei governi quale garanzia di giustizia, di etica e di una più forte democrazia.
Il sito è stato fondato, tra gli altri, dall'attivista informatico Julian Assange, che ne è il caporedattore.

"Solo un popolo informato è un popolo libero..."

Il 5 aprile 2010, durante una conferenza stampa a Washington, WikiLeaks diffonde un video di 17 minuti che mostra l'assassinio di almeno dodici civili iracheni, tra cui due giornalisti della Reuters, in un attacco messo in atto da due elicotteri Apache statunitensi che avevano confuso la videocamera dei giornalisti con un'arma il 12 luglio 2007. L'autenticità del video, chiamato Collateral Murder, è stata confermata da un militare americano. Nel maggio dello stesso anno il soldato dell'esercito americano Bradley Manning viene arrestato con l'accusa di aver divulgato il video e altre centinaia di migliaia di documenti riservati. In un'intervista al Guardian del dicembre 2010, Julian Assange lo ha definito un eroe.

video

mercoledì 11 marzo 2015

Lucifero


Il termine significa letteralmente "Portatore di luce", in quanto tale denominazione deriva dall'equivalente latino lucifer, composto di lux (luce) e ferre (portare), sul modello del corrispondente greco phosphoros (phos=luce, pherein=portare), e in ambito sia pagano che astrologico esso indica la cosiddetta "stella del mattino", cioè il pianeta Venere che, mostrandosi all'aurora, è anche identificato con questo nome. Nella corrispondenza tra divinità greche e romane l'apparizione mattutina del pianeta Venere era impersonificata dalla figura mitologica del dio greco Phosphoros e del dio latino Lucifer. Analogamente in Egitto Tioumoutiri era la Venere mattutina. Nell'antico Vicino Oriente, inoltre, la "stella del mattino" coincideva con Ishtar per i Babilonesi, Astarte per i Fenici e Inanna per i Sumeri.

In ambiti dell'occultismo e dell'esoterismo, infine, Lucifero sarebbe invece un detentore di sapienza inaccessibile all'uomo comune !!!


Il Kremmerz lo definiva apportatore di luce allo spirito, piccolo sole che infiamma, illumina, riscalda, desta l'entusiasmo per la conquista di nuove idee.
Un angelo portatore di luce, la sua fiaccola non si spegne; essa rischiara la vita, il grande cammino che porta in altro...

Potrebbe essere stato inventato dalla Religione Cattolica per far sì che l'umanità impaurita potesse essere facilmente condizionabile ?

Il sogno di Lucifero :

Perchè cercate fuori, ciò che avete dentro?
Forse non sapete che voi siete il tempio della luce e che la luce vive in voi?
Non capite che voi siete il tempio della sapienza e che la sapienza vive in voi?
Perchè tanta cecità?
A che pro tanta ignoranza?
Svegliatevi, voi uomini immersi nel sonno!
Svegliatevi dal vostro profondo sogno.
Svegliatevi poichè la morte vi osserva e talvolta vi dà la caccia mentre dormite e allora il vostro sogno sarà eterno. Rompete i legacci della vostra illusione! Svegliatevi!
Non cercate fuori, all’esterno, ciò che vive dentro, all’interno. A che giova questa adorazione nei confronti di idoli o di concetti astratti?
Forse che la madre di tutte le oscurità è caduta su di voi?
Non comprendete che lo Spirito della Vita palpita nel vostro cuore si muove nella vostra respirazione, percepisce attraverso la vostra coscienza?
Svegliatevi, uomini dormienti!

Svegliatevi e cessate di perder tempo adorando falsi dei fuori di voi. Dirigete la vostra attenzione a voi stessi, sentite la Coscienza e la Vita che vive in voi, allora la Verità aprirà le porte e comprenderete la realtà del mondo e di questo universo.



martedì 10 marzo 2015

Viva le Donne






Siete come diamanti...uniche e preziose.
Il dono più bello che l'uomo ha potuto ricevere è quello di avere una donna accanto.
Chi dice donna e dice danno sbaglia...perchè le donne danno la speranza, danno il coraggio, danno il conforto e danno se stesse per amore...


La donna esiste da quando è nata l'umanità, e non si deve parlare di lei solo l'8 marzo...nella Bibbia si racconta che sia stata creata dopo l'uomo...forse perché noi uomini non possiamo vivere senza una donna accanto...rispettiamola e festeggiamola tutti i giorni e non solo l'8 marzo...

Dal 1946 in Italia, per iniziativa della parlamentare comunista Teresa Mattei, il ramo fiorito di mimosa viene offerto alle donne il giorno dell'8 marzo per la Giornata Internazionale della Donna. Il nome di mimosa è usato anche per l'omonima torta che si usa preparare per l'8 marzo.

Spero che ci siano altre donne in futuro come Rima Karaki.....

Rima Karaki è diventata un manifesto per i diritti delle donne.

Il battibecco durante l'intervista per il canale al Jadeed della giornalista libanese all'islamista e avvocato Hani Al-Seba'i ha fatto il giro del mondo.


Alla domanda sulla presenza di cristiani tra i foreign fighters, l'avvocato (ora rifugiato politico a Londra) ha risposto partendo da una lunga analisi storica.


Rima Karaki gli ha chiesto di rimanere sull'attualità.


Ma Hani Al-Seba'i non ha gradito di essere stato zittito e si è scagliato contro la giornalista con insulti sessisti, tra i quali «stai zitta». L'avvocato però non è riuscito a finire la frase: Rima Karaki ha concluso, infatti, il collegamento.


Ho volutamente ingrandito il nome della protagonista e rimpicciolito quello di quell'essere inutile all'umanità...


domenica 8 marzo 2015

Il calcio mi fa schifo



Il rispetto degli avversari e la cultura della sconfitta fanno parte di un vecchio codice comportamentale che viene declinato alla voce fair play. Il fair play è il rispetto degli avversari, dell'arbitro e in generale delle regole. È una cosa molto britannica, l'hanno inventato loro. Nel calcio italiano il fair play non è mai stato molto apprezzato, il nostro è un calcio isterico nel quale si litiga anche per una rimessa laterale a centrocampo, o si manda l'arbitro a quel paese per un nonnulla. A questo proposito, mi viene in mente un episodio che mi è stato raccontato da Beppe Bergomi, ex capitano dell'Inter e della Nazionale, il giorno del funerale di Bearzot.

Bergomi era un terzino e non faceva molti gol. Una volta, non si sa come, aveva segnato il gol del 5 a 1 all'Ascoli e aveva esultato come se ne avesse segnato uno al Barcellona. Al primo raduno della Nazionale, Bearzot lo chiamò e gli disse che quel gesto non gli era piaciuto. E lui, senza capire: "Ma perché?". "Perché dovevi pensare che loro, perdendo, finivano in serie B e quindi non è stato corretto fare tutta quella festa". Conclusione di Bergomi: "Ci rimasi malissimo, però aveva ragione lui".

Questo rimanda a un aspetto etico dello sport a cui tengo molto: l'insegnamento che ti proviene dalla sconfitta. Quasi tutti gli allenatori, a cominciare da Sacchi, parlano di cultura della sconfitta. Ed è verissimo, è necessaria, però sarebbe bello che dessero loro l'esempio. Un allenatore o un uomo di sport è anche uno che, come Bearzot, sa fare un certo genere di discorsi, è uno che ha un'età diversa dalla tua, quindi potrebbe essere tuo padre o tuo zio, e ti spiega anche come devi comportarti, e se sbagli te lo fa capire.

video

Consiglio ? 
Cambiate Sport !!!

giovedì 5 marzo 2015

Può esserci amicizia tra un uomo e una donna ?


Non è possibile dare una risposta precisa perché si tratta di una tematica ricca di contraddizioni. 

Spesso infatti alla base di un rapporto d’amicizia tra uomo e donna c’è quasi sempre una forma di interessamento unilaterale o bilaterale che è difficile modulare e contenere In particolare l’uomo, probabilmente per istinto maschile e/o cultura fa più fatica a mantenere un rapporto di amicizia senza che interferisca la componente sessuale. 

A riguardo spunto divertente di riflessione è lo scambio di battute tra Henry e Sally nel film cult ”Harrry ti presento Sally”. 

Henry: ”Personalmente non credo nell’amicizia tra uomo e donna. L’uomo davanti ad una bella ragazza se la vuole sempre portare a letto”. Sally:”Quindi l’uomo può essere amico solo di ragazze brutte?” Henry:”No, di solito si vuole fare anche quelle”. 


video


Nietzsche invece delle donne dice quasi l’inverso:

”Una donna può stringere legami d’amicizia con un uomo ma per mantenerla è necessario il concorso di una leggera avversione fisica”.