venerdì 29 agosto 2014

Bambini Indaco

 


Chi sono o cosa sono i Bambini Indaco ?

Ecco come li descrivono Lee Carroll e Jan Tober nel loro libro "The Indigo Children".

Un Bambino Indaco è una  creatura che possiede attributi psicologici insoliti e particolari e che ha un modello comportamentale diverso da quelli a cui siamo abituati.  Di conseguenza, molto spesso i genitori di questi bambini si trovano spiazzati ed impreparati nel difficile compito di educare i loro figli. Ignorare questi nuovi modelli significa creare squilibrio e frustrazione nella mente di questi preziosi bambini. Ci sono diversi tipi di bambini Indaco, ma per ora ci limiteremo a darvi un elenco delle loro principali caratteristiche con i più comuni modelli comportamentali.

  • Vengono al mondo con un senso di regalità (e spesso agiscono con regalità)
  • Pensano di "meritarsi di essere qui" e sono sorpresi quando gli altri non condividono questo loro punto di vista.
  • Non hanno problemi di autostima. Spesso essi dicono ai loro genitori "chi sono".
  • Hanno difficoltà ad accettare  l'autorità (soprattutto quando è imposta ed immotivata).
  • Si rifiutano di fare alcune cose. Per esempio non amano aspettare in coda.
  • Si sentono frustrati dai metodi  tradizionali che non richiedano l'impiego della loro creatività.
  • Spesso, sia a casa sia a scuola, trovano la soluzione più logica per fare le cose, il chè può farli apparire anticonformisti e ribelli.
  • Sembrano asociali a meno che non si trovino con i loro. simili.  Se non ci sono bambini con la loro stessa consapevolezza, si sentono incompresi e  tendono a chiudersi in se stessi. 
  • L'ambiente scolastico  è spesso estremamente difficile per loro.
  • Non rispondono a discipline basate sul senso di colpa.
  • Non si sentono in imbarazzo a parlare delle loro necessità...
E' importante rendersi conto che questi  bambini possiedono un' estrema sensibilità, sono molto intuitivi e sono in grado di sentire che cosa c'è nella nostra mente e nel nostro cuore. Vengono sul Pianeta Terra per aiutare l'umanità a progredire verso il bene supremo, per farci capire che non esistono diversità o differenze e che tutti noi facciamo parte del grande IO SONO. Per far ciò, richiedono da tutti noi comprensione e tolleranza, amore incondizionato, apertura, integrità morale e sincerità. La sfida che i genitori devono affrontare è imparare a considerarli bambini "normali" e a trattarli come tali. E' importante saper riconoscere i l loro valore, apprezzare le loro doti, imparare a valorizzarle, ma nello stesso tempo permettere loro di vivere la loro infanzia come qualunque altro bambino. Discriminarli o trattarli come "diversi" può rendere la vita complicata sia per loro sia per i genitori o per gli insegnanti e può avere gravi conseguenze sullo sviluppo armonioso della loro personalità.

Come riconoscere se vostro figlio/a appartiene a questa nuova generazione ?

Ecco un test :

I test sono suddivisi per fasce di età: cercate quella più appropriata per voi o per i vostri bambini.
Utilizzate la seguente suddivisione per assegnare il punteggio alle risposte:
  • 0 = mai
  • 1 = occasionalmente
  • 2 = spesso
  • 3 = sempre

ETÀ O-5 ANNI 

  • quando si sveglia è spesso sofferente perché sarebbe rimasto volentieri a dormire "nel suo mondo"
  • ha bisogno di dormire poco ed è pieno di energia
  • è comunque diverso dagli altri bambini
  • non si lascia coinvolgere dalle situazioni
  • tratta gli oggetti come se fossero esseri animati e si potesse far lor male
  • ha un estremo bisogno di sostegno e sicurezza, vorrebbe rimanere sempre nello stesso ambiente
  • è estremamente sensibile e intuitivo. Sa sempre quello che volete dirgli
  • come prima risposta, dice sempre no e questa è una parola che usa più spesso di altre
  • gioca con amici invisibili che egli percepisce veramente
  • vorrebbe avere sempre i suoi genitori vicino e ricevere da loro sempre attenzioni
  • si annoia
  • è un solitario
  • sa cosa vuole, non si lascia facilmente dissuadere
  • quando parla, comincia a balbettare se non trova le parole adatte
  • parla con convinzione di qualcosa che in realtà non si può sapere
  • comunica con animali, pinate e pietre
  • ha capacità medianiche e sente cosa è "vero"
  • vede con l'occhio interiore colori, forme e immagini che non può spiegare
  • ricorda situazioni legate a una vita precedente

ETÀ 6-10 ANNI

  • ha abitudini alimentari diverse dalla vostre; sa di che cosa ha bisogno e cosa vuole mangiare
  • è sempre in movimento, la un'energia eccessiva, difficile da controllare
  • è spesso troppo stanco per alzarsi, vestirsi, andare a scuola: in poche parole, è stanco per fare tutto
  • è disattento, distratto, non concentrato
  • l'ingiustizia lo fa star male
  • non reagisce a chi lo colpevolizza
  • è tollerante con tutto e tutti
  • si preoccupa poco per sé, molto per gli altri
  • vi fa perdere la pazienza, emotivamente e psicologicamente
  • è socievole, parla con tutti ovunque e in ogni momento
  • propende per essere un solitario
  • sta più volentieri con gli adulti che con i suoi coetanei
  • in tutte le situazioni si batte in difesa dell'amore, della giustizia, della tolleranza e dell'obiettività
  • ogni occasione è buona per protestare e mostrare una volontà di ferro
  • non si lascia condizionare dalle convinzioni superate
  • difficile da domare, si sente come un re/regina e come tale vuole essere trattato/a
  • preferisce la verità a qualsiasi bugia
  • dagli altri bambini e dagli adulti non si sente accettato e capito
  • per lui, il nostro mondo materiale è troppo semplice, troppo noioso
  • ama le conversazioni vivaci, spiritose
  • ha un effetto benefico sulle altre persone
  • non ha legami con la realtà materiale
  • capisce i rapporti umani e spirituali
  • è leale e fedele con gli amici e i familiari come se potessero essere "suoi" per sempre
  • spesso si sente al posto sbagliato sulla terra e dice: "Desidero tornare indietro"

ETÀ DA 11 ANNI IN POI

  • è impossibile spronarlo
  • deve muoversi molto. Se studia è sempre in movimento, è iperattivo
  • soffre spesso di allergie o eruzioni cutanee
  • per periodi molto lunghi è spossato e non si riposa
  • spesso non ha "i piedi per terra", è come sospeso
  • sa parlare in modo sicuro, logico, privo di emozione
  • non si lascia punire, si autoinfligge però delle punizioni
  • è estremamente sensibile e passionale, ma anche forte e indipendente
  • si sente creativo e spiritualmente più evoluto degli altri bambini
  • nelle situazioni difficili, dimostra forza e dà coraggio ai più deboli
  • non tollera la superficialità nel rapporto con le persone
  • esige idee precise e progetti chiari dai suoi compagni
  • vuole essere trattato alla pari dei suoi familiari
  • per lo più fa quello che ritiene giusto
  • non tollera che si prendano decisioni per lui senza prima esserne informato
  • di norma rifiuta quel che gli si dice e "fa orecchi da mercante"
  • è aperto alle nuove proposte e agli stimoli con buone finalità
  • vuole rendere note le sue opinioni e le sue idee
  • capisce meglio i concetti spirituali che quelli materiali
  • vive secondo principi e ideali nobili
  • conosce i suoi doveri e aspetta impaziente di poter "crescere"
  • sa che l'energia spirituale è presente in tutte le creature, che tutto è in uno, e che noi siamo uniti l'uno con l'altro

RISULTATI

Se avete segnato i punteggi 0 e 1, potete dedurre che non è un indaco, ma ha solo qualche comportamento che talvolta è simile.
Se invece avete messo più spesso la crocetta sul 2, potete dedurre che è/sei nato con un rivestimento indaco, il che vuol dire che la personalità possiede molte caratteristiche del colore indaco, può aiutare a cambiare l'umanità per il nuovo millennio, ma non è un indaco al 100%
Se avete segnato frequentemente il 3 potete dedurre di avere un vero e proprio indaco in casa. Per i bambini che ricevono più spesso 2 o 3 punti è molto importante che vi prendiate tempo e riflettiate su cosa significa crescere un bambino della Nuova Era.
Sappiate che genitori di bambini indaco hanno avuto il coraggio di far crescere i loro figli senza paure, senza traumi, senza colpe e senza aggressività e fra vent'anni questi bambini potrebbero essere quelli che assumono posti di comando nei nostri governi. Dobbiamo solo capire quale mondo ci aspetta.


giovedì 28 agosto 2014

Piano Kalergi



 Perchè l'Italia non viene aiutata a fermare l'onda degli immigrati ?

Forse c'è un piano dietro ?

Il Piano Kalergi ?

Siamo di fronte ad una vera terzomondializzazione dell’Europa. La piaga dei matrimoni misti produce ogni anno migliaia di nuovi individui di razza mista: i “figli di Kalergi”. Sotto la duplice spinta della disinformazione e del rimbecillimento umanitario operato dai mezzi di comunicazione di massa si è insegnato agli europei a rinnegare le proprie origini, a disconoscere la propria identità etnica.? I sostenitori della Globalizzazione si sforzano di convincerci che rinunciare alla nostra identità è un atto progressista e umanitario, che il “razzismo” è sbagliato, ma solo perché vorrebbero farci diventare tutti come ciechi consumatori. È più che mai necessario in questi tempi reagire alle menzogne del Sistema, ridestare lo spirito di ribellione negli europei. Occorre mettere sotto gli occhi di tutti il fatto che l’integrazione equivale a un genocidio. Non abbiamo altra scelta, l’alternativa è il suicidio etnico: il piano Kalergi !!!

video

Kalergi proclama l’abolizione del diritto di autodeterminazione dei popoli e, successivamente, l’eliminazione delle nazioni per mezzo dei movimenti etnici separatisti o l’immigrazione allogena di massa. Affinché l’Europa sia dominabile dall’élite, pretende di trasformare i popoli omogenei in una razza mescolata di bianchi, negri e asiatici. A questi meticci egli attribuisce crudeltà, infedeltà e altre caratteristiche che, secondo lui, devono essere create coscientemente perché sono indispensabili per conseguire la superiorità dell‘elite.
Eliminando per prima la democrazia, ossia il governo del popolo, e poi il popolo medesimo attraverso la mescolanza razziale, la razza bianca deve essere sostituita da una razza meticcia facilmente dominabile. Abolendo il principio dell’uguaglianza di tutti davanti alla legge e evitando qualunque critica alle minoranze con leggi straordinarie che le proteggano, si riuscirà a reprimere la massa. I politici del suo tempo diedero ascolto a Kalergi, le potenze occidentali si basarono sul suo piano e le banche, la stampa e i servizi segreti americani finanziarono i suoi progetti. I capi della politica europea sanno bene che è lui l’autore di questa Europa che si dirige a Bruxelles e a Maastricht.

Benché nessun libro di scuola parli di Kalergi, le sue idee sono rimaste i principi ispiratori dell’odierna Unione Europea. La convinzione che i popoli d’Europa debbano essere mescolati con negri e asiatici per distruggerne l’identità e creare un’unica razza meticcia, sta alla base di tutte le politiche comunitarie volte all’integrazione e alla tutela delle minoranze. Non si tratta di principi umanitari, ma di direttive emanate con spietata determinazione per realizzare il più grande genocidio della storia.

 Questo è un altro piano per 
il Nuovo Ordine Mondiale !!!

martedì 26 agosto 2014

Ebola e Nuovo Ordine Mondiale


L’ebola è un virus appartenente alla famiglia Filoviridae estremamente aggressivo per l'uomo, che causa una febbre emorragica. Il primo ceppo di tale virus fu scoperto nel 1976, nella Repubblica Democratica del Congo (ex Zaire). Finora sono stati isolati quattro ceppi del virus, di cui tre letali per l'uomo. Fin dalla sua scoperta, il virus ebola è stato responsabile di un elevato numero di morti.
Verosimilmente il virus è trasmesso all'uomo tramite contagio animale. Il virus si diffonde tra coloro che sono entrati in contatto con il sangue e i fluidi corporei di soggetti infetti. Considerati l'alto tasso di letalità, la rapidità del decesso, la localizzazione geografica delle infezioni (frequentemente in regioni isolate), il potenziale epidemiologico è considerato di basso livello.
L'ebola pare essere un virus zoonotico ospitato da popolazioni di gorilla di pianura dell'Africa centrale. Nel 2005, tre specie di pipistrelli sono state identificate come portatrici del virus ma, non mostrando i sintomi, sono state ritenute ospiti naturali, o riserve virali.
La febbre emorragica dell'ebola è potenzialmente mortale e comprende una gamma di sintomi quali febbre, vomito, diarrea, dolore o malessere generalizzato e a volte emorragia interna e esterna. 
Il tasso di mortalità varia dal 50% all'89% secondo il ceppo virale, e un trattamento tramite vaccino è in via di sviluppo.
La causa della morte è solitamente dovuta a shock ipovolemico o sindrome da disfunzione d’organo multipla.
Potenzialmente il virus potrebbe essere utilizzato come arma biologica: come agente di bioterrorismo, il virus è classificato di categoria A.
La sua efficacia come agente di guerra biologica tuttavia è compromessa proprio dall'elevata mortalità e dal livello di contagio: un'epidemia tipica potrebbe diffondersi attraverso un piccolo villaggio o ospedale, contagiando l'intera comunità senza poter trovare altri ospiti potenziali, morendo quindi prima di raggiungere una comunità più ampia.

fonte Wikipedia
 
Uno solo dei ceppi di ebola noti possiede una trasmissibilità di tipo aereo, il tipo ebola Reston (dalla città di Reston, Virginia, dove fu identificato in un tipo di scimmia).

Stranamente in America...che per me è l'origine di tutti i mali della terra.

Vi ricordate il gioco da tavola le carte degli illuminati ?

http://derenzodomenico.blogspot.it/2013/10/le-carte-degli-illuminati.html



Dopo aver predetto gli attacchi alle torri gemelle...ecco cosa altro ha predetto.


EPIDEMIA

“Disastro! Questo è un attacco per distruggere qualsiasi luogo. Non necessita di un’azione. La sua potenza è di 14. Questo non è un attacco immediato. Se l’attacco ha successo, l’obiettivo è distrutto”. La particolarità sta nel fatto che l’attacco di questa carta non è immediato – sembra implicare che l’attacco si verifichi in silenzio, con la gente che si ammala in tempi diversi dopo l’attacco. Questa formulazione sembra pericolosamente vicina al piano per un Nuovo Ordine Mondiale. Sentite qua:

“Len: e questa relazione serve per rendere esplicito che l’esperimento è stato un mezzo fallimento, perché ottenni un virus ad azione lenta, piuttosto che uno ad azione veloce. Robert: I virus ad azione rapida sono pressochè inutili in quanto ci si può difendere facilmente. Voglio dire un virus ad azione rapida non serve a nulla … Cold Springs Harbor ha messo in evidenza un punto fondamentale all’MMMV (Il Many Man, Many Voices), cioè che l’HIV è il ‘virus più maligno e mostruoso esistente’ … ” 


In internet ci sono molti siti che documentano come i virus devastanti come Hiv Ebola e molti altri sono stati messi in giro per uno stermino pianificato della popolazione. 
Oltre a questo anche i vaccini hanno portato a moltissime morti.


lunedì 25 agosto 2014

Lunazione Agosto 2014





Mesi di Agosto – Settembre 2014

Costellazioni di Vergine e Bilancia
Decani: Sole, Venere, Mercurio e Luna di Vergine  
 Luna di Bilancia

Fase del Novilunio: 25 Agosto – ore 16.14

Primo ciclo

Vedi puntata ex 212.

Secondo ciclo

Puntata ex 38
Giorni fausti il 3°, 5°, 8°, 12°, 25°, 27°.
Faustissimi: il 10° e il 19°.
Nessun nefasto.
Medicamenti influenzati bene: Lo zolfo; Le perle; La marcassite.
Nei tempi nostri il solo zolfo è adoperabile.
Ottima la nutrizione di pesci bianchi e di polipi.
Buona quella di legumi freschi ed erbe cotte. 

Terzo ciclo

Puntata ex 31
Se vuoi correggere dall’abitudine di ubriacarsi un uomo dedito alle bevande inebrianti, Gesler arabo suggerisce di dargli a bere in questa luna delle gocce di aceto nel latte di asina ogni mattina.
N.B. In questa luna, come non possono mangiarsi volatili e uova, il latte di qualunque animale è indifferente. Questo divieto cessava con questa luna, e cominciava l’astensione nei cibi della carne di vacca, di toro e di cavallo, non di altre carni, quindi di brodi estratti che durava fino alla luna di Bora. Ricordarsi che gli antichi ritenevano, in questo periodo di lune pericoloso mangiare la carne di serpente (che è fuori l’uso delle nostre alimentazioni) e quella delle anguille – mentre si stimavano ottime le carni dei pesci bianchi e neri (non i colorati e i rossi come le triglie) e ottimi i molluschi marini, ma solo cotti, e i crostacei arrostititi in contatto del fuoco.


Barack Obama è Barry Soetoro oppure un rettiliano mutaforma ?


Chi è Barack Obama
O forse dovrei dire, chi è Barry Soetoro?

Obama è un cittadino americano o indonesiano? Se fu adottato e naturalizzato dal suo patrigno, Lolo Soetoro, cittadino indonesiano, com'è possibile che sia diventato presidente degli Stati Uniti d'America, per la cui carica è richiesto di essere un cittadino di nascita americana?
Da questo documento, rilasciato dalla scuola indonesiana che Barack frequentò dal 1967 al 1971, fino all'età di 10 anni, si evince chiaramente che Obama, AKA Barry Soetoro, venne registrato come "cittadino indonesiano" di "religione islamica".

Durante la campagna presidenziale, in seguito a svariate polemiche da parte di cospirazionisti e oppositori che ne confutavano il diritto a farsi eleggere, apparve dal nulla un certificato di nascita hawaiiano - apparentemente senza alcun sigillo ufficiale - che mirava a mettere a tacere - una volta per tutte - le numorose leggende non ufficiali per cui Barack sarebbe nato in Kenya, invece che presso il Kapi'olani Medical Center for Women & Children di Honolulu, Hawaii, il 4 agosto 1961...
Inoltre, secondo un nuovo rapporto USA, Obama sarebbe un "PRODOTTO DELLA CIA". Secondo PressTv, Wayne Madsen, giornalista investigativo americano ed ex impiegato della National Security Agency afferma che "Obama, i suoi genitori, il suo patrigno e sua nonna hanno avuto profondi legami con la Cia ed ambienti dell’alta finanza come le famiglie Rothschild e Rockefeller"...


Alcune delle info contenute nel Madsen Report:
  • dopo essersi laureato alla Columbia University, nel 1983, Obama comincia a lavorare come ricercatore finanziario per la BIC, la Business International Corporation, direttamente collegabile con la CIA - x rispondere alla tua ultima domanda. Scrive alcune pubblicazioni su Financing Foreign Operations e Business International Money Report
  • un informatore rivela che i suoi debiti scolastici con la Columbia vengono saldati dalla stessa BIC
  • Nel 1981, Obama fece un viaggio in Pakistan dove fu ospite della famiglia di Muhammadmian Soomro, un sindhi pakistano che divenne in seguito Presidente del Pakistan il 18 agosto 2008... Ci sono forti sospetti che questo viaggio fu finanziato dalla CIA
  • Obama intraprese in seguito numerosi altri viaggi in India
  • Alcune fonti rivelano che, durante quegli anni, Obama viaggiò con almeno tre passaporti: americano, indonesiano e britannico (come la migliore spia dei film di 007!)
  • Fu il figlio di Elridge Haynes, fondatore insieme al padre della società BIC, a svelare le trame del profondo legame tra l'azienda e l'Intelligence americana.
 Ci sono delle stranezze che non tornano:
  1. Perché Obama fu "ribattezzato" Barry Soetoro dopo l'unione tra Lolo Soetoro e la madre di Obama? Non ci sono prove che attestino un ritorno al suo nome di battesimo: questo vuol dire che Obama potrebbe operare sotto falsa identità?
  2. Non ci sono prove che attestino la sua appartenenza alla religione cristiana. Perché Obama continua quindi a negare ogni coinvolgimento con l'Islam?
  3. Se non ha niente da nascondere, perché Obama non ha mai voluto sottoporre alle autorità competenti la copia originale del suo certificato di nascita?
Io una idea me la sono fatta ed è spiegata in queste foto :









venerdì 8 agosto 2014

Ci stanno rendendo schiavi (video censurato) - Rise Up - Emergete


Ecco il video “censurato” dalla rete condividetelo il più possibile !!!

Quattro minuti di video riassumono la tragedia di una generazione a livello globale. 
Perché il progresso tecnologico non si traduce in più ricchezza per tutti?  
Perché oggi stiamo peggio di quando il mondo era più povero?


(Da guardare e diffondere ogni mattina)
video
 

Come Essere Felici seguendo 15 regole fondamentali


 Come Essere Felici seguendo 15 regole fondamentali

1 - Riduci il tuo attaccamento alle cose che possiedi.

Coloro che sono fortemente attaccati ai propri beni materiali in genere finiscono per trovarsi in grossa difficoltà psicologica quando perdono tali cose. E' forse un luogo comune, ma ciò che possiedi finisce inevitabilmente per possederti. Prova a ridurre al minimo le tue esigenze materiali e sarai ancor più felice.

2 - Sii curioso del mondo che ti circonda.

Diventa un esploratore, osserva il mondo come se fosse la tua giungla. Il mondo, le persone, ogni piccolo dettaglio è un universo da scoprire. Prova cose nuove, esci dalla tua zona di comfort, sperimenta il disagio ed esci dai confini che più o meno incosciamente ti sei prefissanto. Sperimenta ambienti, persone e sensazioni nuove. L'universo ha così tanto da offrirci, perché non approfittarne? E non c'è bisogno di andarsene dall'altro capo del mondo, la meraviglia della vita è sempre intorno a te.

3 - Tieniti in forma!

A volte è strano pensare come ciascuno di noi abbia un unico corpo, un unico straordinario mezzo per muoverci nella bellezza della vita e come al contempo molti di noi non se ne prendano affatto cura. Pigrizia, fumo, alcol, cibi grassi finiscono inevitabilmente per compromettere le meravigliose funzionalità di quell'eccezionale miracolo che è il tuo corpo. Prova allora a prenderti cura del tuo fisico e della tua salute, mantieniti in forma e tutto ti risulterà più agevole.

4 - Impara a focalizzarti soltanto sul presente.

Che il passato non possa essere cambiato è cosa ovvia, allora perché arrovellarcisi il cervello? Usa il passato soltanto per comprendere come non ripetere errori che hai commesso, ma per il resto lascialo andare, non tornerà più in vita. Il futuro, d'altro canto, non è altro che il risultato di ciò che compi oggi, nel presente, in questo preciso istante. Vivi nell'oggi, qui e ora. Il momento presente è l'unico che conta, non lasciartelo sfuggire.

5 - Sorridi più spesso.

Da un punto di vista fisico, ogni volta che sorridi il tuo cervello rilascia serotonina, l'ormone della felicità. Sorridere è in qualche modo la via naturale per "indurti" ad essere felice. La felicità ci porta a sorridere, ma è vero anche il contrario, il sorriso ci avvicina alla felicità. Attraverso il tuo sorriso puoi rendere più luminosa la vita di coloro che ti sono vicino.

6 - Aiuta il prossimo.

Aiutare il prossimo ha uno straordinario effetto positivo sia su di te che sugli altri. Aiutando il prossimo cresci come persona, la tua capacità di donarti ti cambia in modo radicale. I tuoi rapporti con quella persona diventeranno molto più saldi e quella stessa persona sarà spinta a fare del bene a qualcun altro. Non siamo soli a questo mondo e aiutarci l'uno con l'altro è quanto di più saggio possiamo fare.

7 - Viaggia.

Chiunque abbia avuto la fortuna e la possibilità di visitare il mondo, vi racconterà che viaggiare è una delle attività più emozionanti e ed entusiasmanti che si possano sperimentare. Osservare culture e luoghi differenti consente di far spaziare la nostra mente verso orizzonti nuovi e lontani, spingendoci ad apprezzare la diversità e le differenti sfaccettature della nostra realtà. Alza le vele e parti!

8 - Impara a perdonare.

A cosa servono l'odio e il rancore? Il perdono è l'arma migliore a nostra disposizione per stare bene con noi stessi e con chi ci è vicino. Tutti noi commettiamo errori e serbare rancore per gli sbagli altrui non è di aiuto a nessuno. Rimanere astiosi e arrabbiati verso qualcuno contribuisce a creare il nostro malessere, mentre il perdono è un meraviglioso strumento in grado di donarci sollievo e benessere, lasciandoci alle spalle i rancori del passato.

9 - Medita ogni giorno.

Nella realtà odierna in cui ciascuno di noi è costantemente connesso al resto del mondo attraverso internet, TV e telefoni cellulari, sono sempre meno coloro che sanno apprezzare e godere la bellezza del silenzio. L'abilità di acquietare la mente e rilassare il corpo è un'arte che ciascuno di noi può sviluppare e apprezzarne i benefici. Semplicemente siediti e focalizzati sul tuo respiro, senza pensare a nulla. All'inizio forse potrai trovare la meditazione noiosa o difficile da mettere in pratica, ma con il tempo imparerai ad amarla e ad apprezzarne la meravigliosa sensazione di benessere e chiarezza.

10 - Rilassati!

Rallentare significa prenderti tutto il tempo necessario per apprezzare ciò che stai facendo nel momento, di qualsiasi cosa si tratti. Significa focalizzarti e dedicarti completamente alla persona con cui stai parlando, significa liberarti dall’ossessione del telefono e delle email, significa vivere in semplicità e godere i piccoli piaceri che già oggi riempiono la tua vita ma di cui spesso neppure ti accorgi, come un tramonto, un sorriso o un fiore. Rallentare è una scelta consapevole, una scelta che richiede coraggio, ma anche una scelta in grado di arricchire la tua vita, renderla più genuina e condurti verso la felicità più autentica.

11 - Fai ciò che ami.

Fai una lista delle 4-5 attività che più ami fare nella vita, quelle che ti rendono felice e ti fanno stare bene. Cucinare, leggere, fare sport, trascorrere del tempo con la famiglia…sono solo degli esempi, ognuno di noi ha delle attività che davvero ama fare. Fai di queste attività il fondamento della tua giornata, di ogni giornata. Ed elimina quanto più puoi di tutto il resto. Riduci la vita all’essenziale, a ciò che ti piace davvero. Questo ti aiuterà a ridurre lo stress ed il caos.

12 - Cura le tue amicizie.

Focalizza la tua energia su quelle persone che davvero ti fanno stare bene. Cerca di scegliere come amici delle persone che meritano il tuo tempo e la tua attenzione per il semplice fatto che ti fanno stare bene. Non farti attrarre dalle apparenze e non lasciarti ingannare dagli opportunisti. Il comportamento di una persona è molto più importante delle parole. Circondati di amici che riflettano la persona che vorresti essere. Scegli amici che ti riempiano di orgoglio, persone che ammiri, che ti amano e ti rispettano per ciò che sei. Persone che rendono il tuo giorno un po’ più luminoso, semplicemente per il fatto di esserci.

13 - Tieni un diario.

Inizialmente può sembrare un'attività un pò ripetitiva e monotona, ma quando riesci a trasformarla in abitudine, questa diventerà una via straordinaria per organizzare i tuoi pensieri e le tue emozioni e, al contempo, tenere traccia del tuo percorso di crescita nel corso del tempo. Il diario ti consente di essere autentico con te stesso e di esprimere in modo pieno e libero emozioni e sentimenti.

14 - Impara a fidarti delle tue intuizioni e del tuo istinto.

Quando trascorri del tempo in silenzio durante la tua giornata, prova ad ascoltare non i tuoi pensieri, ma le emozioni e le sensazioni che emergono dal tuo io più profondo. Non confondere i tuoi ragionamenti e le tue elucubrazioni con le intuizioni del tuo subconscio. Questo ti consentirà di fare ricorso alle tue risorse più intime e preziose, in profonda connessione con la tua sapienza più inconscia

15 - L'amore è tutto.

Se vuoi davvero vivere la tua vita nel pieno delle tue potenzialità, lascia che sia l'amore a ispirarti in ogni tua azione. Dona il tuo amore ad amici, parenti e sconosciuti, anche a coloro che non ti vogliono bene. Questa è la parte più difficile da mettere in pratica, ma se ci riuscirai sarai in grado di elevarti al di sopra dell'odio, dell'invidia e di ogni altra emozione negativa. Fai del cuore la tua arma e ama incondizionatamente.

www.derenzo.tk


Come Essere felici Sacrificando Qualcosa




Le 15 Cose da Sacrificare per Essere Felice !!!


1.  Lascia andare il bisogno di avere sempre ragione.

Siamo in così tanti a non sopportare l’idea di avere torto. Anche a costo di distruggere grandi amicizie o rapporti e causare grosso dolore a noi e agli altri.

Non ne vale la pena. Punto!

La prossima volta che senti l’urgenza di tuffarti in una zuffa su chi ha torto o ragione, chiediti quello che Dr Wayne Dyer suggerisce:
‘‘Preferisci aver ragione a tutti i costi…oppure essere gentile?’’.

Che differenza farà davvero alla fine? Il tuo ego è davvero così grande?


2. Lascia andare il bisogno di avere tutto sotto controllo.

Accetta di non ascoltare il tuo bisogno di essere sempre in controllo di situazioni, persone, ecc. Che si tratti di amici, familiari conoscenti o passanti che incontri per strada, lasciali vivere.

Permetti a ciascuno intorno a te di rivelarsi per quello che è e vedrai quanto ti sentirai meglio quasi istantaneamente.

“Lasciando andare, si ottiene tutto. Il vero vincitore è chi lascia andare.” Lao Tzu



3. Lascia andare il bisogno di trovare un colpevole.

Smettila di considerare altre persone o circostanze i responsabili di quello che hai e noi hai, di come ti senti o non ti senti. Smetti di diluire il tuo potere e comincia ad assumerti la responsabilità della tua vita.



4. Lascia andare quelle controproducenti chiacchiere mentali.

Quante persone continuano a farsi del male con la loro spirale di pensieri negativi e controproducenti.

Non credere a tutto quello che la tua mente ti dice – specialmente se è qualcosa di negativo e controproducente.

Tu sei molto meglio di così. Credimi!

“La mente è uno strumento superbo, se usato correttamente. Usato male, tuttavia, può avere effetti distruttivi.”  Eckhart Tolle




5. Lascia andare le tue credenze limitanti.

Su quello che puoi o non puoi fare, su quello che credi sia possibile o impossibile. D’ora in poi, non permetterai più ai tuoi pensieri limitanti di bloccarti nel posto sbagliato. Apri le tue ali e vola!

“Una credenza non è un’idea trattenuta nella mente, è un’idea che trattiene la mente. ” Elly Roselle


6. Smettila di lamentarti.

Abbandona una volta per tutte il continuo bisogno di lamentarti per tuuuutte quelle cose – persone, situazioni e circostanze che ti rendono infelice, triste e depresso.

Nessuno ha il potere di renderti infelice a meno che tu non glielo permetti. Non è la situazione a scatenare quella sensazione in te, ma è come tu decidi di guardarla.

Non sottovalutare mai il potere del pensiero positivo!


7. Lascia andare il lusso di criticare.

Lascia andare il bisogno di criticare cose, eventi persone che sono diverse da te o da come te le aspettavi. Siamo tutti diversi, eppure siamo anche tutti uguali.

Tutti vogliamo essere felici. Tutti vogliamo amare ed essere amati, e tutti vogliamo essere compresi. Tutti desideriamo qualcosa e quel qualcosa è desiderato da noi tutti.

8. Lascia andare il bisogno di impressionare gli altri.

Smettila di tentare così disperatamente di sembrare qualcuno che non sei solo per piacere agi altri. Non funziona così.

Nel momento in cui ti spogli di tutte le maschere, il momento in cui accetti il vero te, ti accorgerai che le persone saranno attratte a te senza nessuna fatica.


9. Lascia andare la tua resistenza al cambiamento.

Il cambiamento è buono. Il cambiamento ti aiuterà a muoverti dal punto A a punto B. Il cambiamento ti aiuterà migliorare la tua vita e anche quella di chi ti circonda. Segui ciò che ti rende felice, abbraccia il cambiamento, no resistergli.

“Segui ciò che ti rende felice e l’universo aprirà porte per te dove c’erano solo muri. ” Joseph Campbell


10. Lascia andare le etichette.

Smettila di incollare etichette a cose, persone o situazioni che non comprendi in quanto diverse o strane e prova ad aprire la tua mente, a poco a poco. La mente funziona solo quando è aperta.

“La forma più alta di ignoranza si ha quando rifiuti qualcosa solo perché non la conosci affatto.” Dr. Wayne Dyer


11. Abbandona le tue paure.

La paura è solo un’illusione. Non esiste – è creata da te. Nella tua mente. Aggiusta l’interno e l’esterno si aggiusterò da sé.

“L’unica cosa che dobbiamo temere, è la paura stessa.” Franklin D. Roosevelt


12. Lascia andare le scuse.

Invitale a fare i bagagli e dì loro che sono licenziate! Non hai più bisogno di loro.

Troppo spesso ci limitiamo a causa delle scuse che produciamo. Invece di crescere e sforzarci di migliorare noi stessi e la nostra vita, restiamo bloccati e mentiamo a noi stessi, usando tutte le scuse possibili e immaginabili…

… scuse che il 99.9% delle volte non sono nemmeno reali.


13. Lascia andare il passato.

Lo so, lo so. Questo non è facile. Specialmente quando il passato appare molto più sicuro e confortevole del presente, mentre il futuro sembra così spaventoso. Ma quello che devi sforzarti di pensare è che il momento presente è tutto ciò che hai e che avrai sempre.

Il passato che tanto desideri – quel passato che adesso continui a sognare – è stato da te ignorato quando era presente. Smettila di ingannarti.

Sii presente in ogni singolo momento della tua vita. Dopo tutto la vita è un viaggio non una destinazione.

Abbi una visione chiara del futuro, sii pronto, ma sii anche sempre presente nel momento che stai vivendo.

14.  Lascia andare l’attaccamento.

Questo concetto è uno dei più difficile da afferrare per la maggior parte di noi, e devo ammettere che lo è stato anche per me (lo è ancora, per la verità).

Ma comprenderlo non è impossibile. Migliorerai gradualmente con il tempo e la pratica.

Il momento in cui ti separi da tutte le cose, diventi così sereno, così tollerante, così gentile e così tranquillo. Il che non significa che smetti di amarle, perché amore e attaccamento non hanno nulla a che vedere l’uno con l’altro.

L’attaccamento nasce dalla paura, mentre l’amore…bè il vero amore è puro, gentile, e generoso; dove c’è amore non può esserci paura e alla luce di questo, amore e paura non possono coesistere.

Raggiungerai un luogo da dove sarai in grado di comprendere tutto senza nemmeno provarci. Uno stadio che va ben oltre le parole.


15. Smettila di vivere una vita all’altezza delle aspettative degli altri.

Troppe persone vivono una vita che non appartiene loro. Vivono la propria vita sulla base di cosa gli altri pensano sia meglio per loro. Ignorano la loro voce interiore. Sono così occupati ad accontentare tutti che perdono controllo sulle loro stesse vite.

Dimenticano che cosa li rende felici, di che cosa hanno bisogno ed eventualmente.. di sé stessi.

Ricorda che hai una sola vita da vivere: quella che stai vivendo in questo momento.

www.derenzo.tk


venerdì 1 agosto 2014

Giuliano Kremmerz (Ciro Formisano)






Ciro Formisano, noto pubblicamente col nome iniziatico di Giuliano Kremmerz, nacque a Portici, presso Napoli, l'8 aprile 1861.
Fu avviato agli studi e alla pratica ermetica da Pasquale de Servis (1818-1893) noto negli ambienti iniziatici come “Izar”. Il vecchio e solitario maestro, riconosciuto dai più come un grandissimo iniziato, era affittuario da molti anni presso l’appartamento in cui vivevano i Formisano e si era affezionato molto al piccolo Ciro. Quest’ultimo, raggiunta la maggiore età, fu introdotto da Izar nelle fila del Grande Oriente Egizio, ultima manifestazione di un’antichissima tradizione iniziatica sopravvissuta al trascorrere dei secoli.
Giovanissimo, a soli 17 anni, il Formisano era già in possesso dell’abilitazione all’insegnamento della letteratura italiana, storia e geografia, per la provincia di Napoli.






Conseguito il dottorato in lettere all'Università di Napoli, nel 1883, si dedicò all'insegnamento scolastico e al giornalismo.
Nel 1896 Giuliano Kremmerz fondò la Fratellanza Terapeutico-Magica di Miriamad esempio delle antichissime sacerdotali isiache egiziane, di cui più recente e nota imitazione è la Rosa+Croce.
Nel medesimo periodo, a proprie spese, iniziò la pubblicazione a fascicoli de “Il Mondo Secreto“, rivista che suscitò molti consensi ma anche molte polemiche. Alcuni iniziati, infatti, ritenevano che la Magia fosse un privilegio riservato a pochi eletti e non tolleravano in alcun modo che venisse propagandata a mezzo stampa.
Giuliano Kremmerz, tuttavia, si era riproposto di affrontare soltanto lo studio e la pratica della Magia Naturale, guardandosi bene dal proporre al grande pubblico tematiche più complesse e riservate. I suoi riferimenti alla Magia Trasmutatoria, infatti, rimasero sempre e comunque degli accenni. Il Maestro non ne parlò mai in modo esplicito.
Con la Fratellanza di Miriam, Kremmerz ristabilì la pratica ermetica in termini terapeutici rendendola così accessibile a tutti. La sua non fu quindi una profanazione ma una ri-velazione.

In tal senso i meriti del Maestro Kremmerz furono molti:



a)  Riscattò la Magia da secoli di squallore, ignoranza e oblio, proponendone la teoria e la pratica al grande pubblico in un linguaggio semplice e comprensibile e prendendo nel contempo le distanze dallo spiritismo, la teosofia, ecc., che all’epoca imperversavano.
b)  Si adoperò per recuperare e valorizzare la Tradizione Italica difendendola dagli attacchi degli orientalisti.
c)  Ristabilì l'insegnamento e la pratica iniziatica fino ai gradini più bassi.

Ciro Formisano, alias Giuliano Kremmerz, si spense a Beausoleil il 7 maggio del 1930.
Oggi è ritenuto il più grande maestro di ermetismo del XX secolo.

Elenco di documenti che si possono scaricare in rete: 



Kremmerz 1898 - angeli e demonii dell'amore.doc
Kremmerz 1898 - Eliphas Levi, Cristo, la magia..il diavolo..
Kremmerz 1898 - il mondo secreto.doc
Kremmerz 1898 - pietro bornia, il guardiano della soglia.doc
Kremmerz 1899 - catalano, una conferenza sulla medicina mistica.doc
Kremmerz 1899 - il mondo secreto.doc
Kremmerz 1899 - la medicina ermetica.doc
Kremmerz 1900 - jollivet castellot, storia dell'alchimia.doc
Kremmerz 1909 - il libro degli arcani maggiori.doc
kremmerz 1910 - commentarium.doc
Kremmerz 1910 - la porta ermetica.doc
kremmerz 1911 - commentarium.doc
Kremmerz 1921 - conversazioni.doc
Kremmerz 1921 - i tarocchi.doc
Kremmerz 1921 - la magia non rifiuta.doc
Kremmerz 1921 - medicina dei.doc
Kremmerz 1923 - la missione ermetica.doc
Kremmerz 1923 - la morte.doc
Kremmerz 1928 - intervista.doc
Kremmerz 1929 - dialoghi sull'ermetismo.doc
note biografiche - Kremmerz.doc
scritti vari - Kremmerz .doc