domenica 28 luglio 2013

Rivoluzione Cubana e in Italia quando ?



Cuba ha celebrato i 60 anni della rivoluzione !!!


Con la locuzione Rivoluzione cubana si intende il rovesciamento del dittatore cubano Fulgencio Batista da parte del Movimento del 26 di luglio, spesso abbreviato in "M 26-7" e l'ascesa al potere di Fidel Castro. Il termine è anche usato per indicare il processo, ancora in atto, che tenta di costruire una società tendenzialmente egualitaria secondo i principi marxisti, messo in atto dal nuovo governo cubano dal 1959.

Tutto ebbe inizio con l'assalto alla Caserma Moncada, avvenuto il 26 luglio del 1953, e fine il 1 gennaio del 1959, con la fuga di Batista da Cuba; Santa Clara e Santiago di Cuba furono prese dalla milizia popolare (Ejército Rebelde) guidata da Fidel Castro ed Ernesto Che Guevara.


Perchè oggi non scoppia la rivoluzione in Italia? 

 Leggete sotto l'opinione si un "amico"...

di Fernando Cannizzaro 22-04-2013

Rispondo alle molte Email dei lettori di questo sito che mi chiedono per quale motivo in Italia ancora non è scoppiata una rivoluzione stante il fatto che già da tempo vi siano le condizioni perché questo accada? Fame, tasse a senso unico sulla classe medio bassa, incapacità totale della classe politica di venire incontro alle aspettative di un Paese ormai in balìa di se stesso e corroso dalla demagogia e dalla corruzione.

Per rispondere alle varie richieste dei lettori cominciamo col porci anche Noi la stessa domanda. Perché ancora non è scoppiata in Italia una rivoluzione? Risposta: contro chi? Nell’Italia di 50 anni addietro quando esisteva un contrasto tra lavoratori e datori di lavori, cioè tra due soggetti ben individuati veniva risolto nell’ambito dei soggetti stessi talvolta con l’intermediazione dei Sindacati. Oggi i due soggetti contrapposti di 50 anni fa non esistono più perché si identificano. Sopra di loro c’è un altro soggetto, un’altra Entità (come la volete chiamare ). E chi sarebbe questa Entità, quasi sconosciuta? E’ il mercato finanziario. Sono i grossi gruppi finanziari, l’alta finanza per dirla in breve. Abbiamo avuto occasione in vari Ns articoli di parlare del Club Bilderberg, della Trilaterale, della famiglie di ricchissimi uomini di affari americani e asiatici che hanno in mano oltre la metà della ricchezza mondiale e assumono decisioni non attraverso i Governi ma attraverso le Grandi Banche, attraverso il FMI e l’Organizzazione mondiale del Commercio. Molti dei Ns uomini politici (Monti, Prodi, e tanti altri…) fanno o facevano parte di queste organizzazioni che muovono le fila, quasi nell’ombra, impartendo ordini ai loro interlocutori per assoggettare gli Stati al loro volere (potere) e creare ulteriore ricchezza. Viene quindi spontaneo chiedersi che senso ha parlare di rivoluzione se non si conoscono gli interlocutori verso i quali dirigere ogni azione atteso che le decisioni importanti vengono assunte altrove? In ogni caso i Governi assumono decisioni in sintonia con i Poteri forti ed impediscono l’insorgere di qualsivoglia rivoluzione. Il potere tende sempre ad auto-conservarsi adottando tutte le strategie che dispone per tenere assoggettati i cittadini. In che modo? Per esempio controllando i media e, quindi, le informazioni. Quanti tromboni avete sentito nelle TV private e non, sui grandi quotidiani, nei talk- show difendere a spada tratta i loro padroni che li foraggiano. Ma non solo di questo si serve il Potere per conservarsi. Purtroppo, usa anche le organizzazioni criminali per commettere reati (Vedi le varie stragi di Stato: Capaci, rapimento Moro ecc….(Guarda i video sono significativi ). Il potere non consente ad alcuno di ribellarsi. Guarda cosa sta accadendo oggi in Italia. Il Paese reale vuole la libertà dai vecchi schemi della politica collusa (rivoluzione grillina) . La politica non lo consente. Solo gli allocchi ignorano che in Italia da anni maggioranza ed opposizione hanno sempre concordato tutto (Significativo all’uopo è il video di Luciano Violante che garantiva nel 2003 a Berlusconi le TV). Oggi, pur di non fare votare Rodotà che rappresentava il candidato voluto dal popolo e dal Web e proposto attraverso il M5S, la vecchia politica ha rieletto il quasi centenne Napolitano Giorgio che riproporrà un quadro politico gradito all’Europa ed alla grande finanza senza tener conto della volontà del Popolo Italiano. Questa è la situazione attuale. Italiani! Riflettete. Unitevi al Movimento a 5 stelle e mandate a casa in modo civile (mai con le armi perché aggiungereste altri “mattoni” sul castello del potere…. ) i politici che non Vi rappresentano.




martedì 23 luglio 2013

Malattie professionali: il mal di schiena tra quelle in crescita...




Tra le malattie professionali quelle della colonna vertebrale sono in sensibile aumento.
Primo fra tutti il mal di schiena e le patologie dell'arto superiore.

Sono invece in diminuzione quelle derivanti da rumore e la silicosi.
Poi ci sono le malattie professionali correlate all’amianto e agli agenti cancerogeni, le malattie dell'apparato respiratorio e a quelle allergiche.

In questi ultimi due anni, c'è molta attenzione anche allo stress lavoro-correlato e le patologie psichiche a testimonianza che gran parte dei problemi della salute possono avere come fattore causale, concausale o come aggravante il lavoro.
Questo, a volte, può portare il sorgere di alcune patologie anche a distanza di molti anni.

Le malattie professionali fanno certamente meno notizia degli infortuni sul lavoro, ma possono produrre effetti altrettanto gravi, a volte perfino fatali.

Il bilancio è destinato a salire nei prossimi decenni anche a seguito del forte impegno del legislatore, che ha aggiornato l’elenco delle malattie professionali con obbligo di denuncia da parte dei medici competenti.

Tendiniti, artrosi, affezioni dei dischi inter-vertebrali, sindrome del tunnel carpale, queste patologie sono più che raddoppiate nel corso degli ultimi anni.
In parole povere, prima il muratore o l'autista tornava a casa con l'artrosi o il mal di schiena e diceva: "pazienza" mentre ora i lavoratori hanno una consapevolezza maggiore, e così emergono più facilmente malattie che c'erano anche prima, ma che non venivano registrate.

Importante quindi non sottovalutare in fase di Valutazione dei rischi quanto necessario per misurare la Movimentazione manuale dei carichi o le attività con movimenti ripetitivi.

Nel corso del sopralluogo annuale che il medico competente è tenuto ad eseguire in azienda, è importante ed opportuno che il titolare evidenzi se ci sono attività lavorative che comportano posture, spinta-traino di carichi, sollevamenti o ripetitività che gli possono sembrare pericolosi e chiedere consigli sulla necessità o meno di approfondire ulteriormente il percorso valutativo soprattutto se i risultati della sorveglianza sanitaria già evidenziano qualche possibile problema all’orizzonte. 


mercoledì 17 luglio 2013

Figli delle stelle


Questo pianeta non può sopravvivere senza l'intervento Divino decretato dal nostro creatore. I figli delle stelle forniscono il collegamento mancante nella chiusura imminente del compimento ciclico.
I figli delle stelle risvegliati si ancorano alla luce, meditano e mandano energia sulle situazioni che devono essere cambiate per il bene di tutti.

Figli delle stelle

Come le stelle noi
soli nella notte ci incontriamo
come due stelle noi
silenziosamente insieme
ci sentiamo.
Non c'è tempo di fermare
questa corsa senza fiato
che ci sta portando via
e il vento spegnerà
il fuoco che si accende
quando sono in te, quando tu sei in me.
Noi siamo figli delle stelle
figli della notte che ci gira intorno
noi siamo figli delle stelle
non ci fermeremo mai per niente al mondo.
noi siamo figli delle stelle
senza storia senza età eroi di un sogno
noi stanotte figli delle stelle
ci incontriamo per poi perderci nel tempo.
Come due stelle noi
riflessi sulle onde scivoliamo
come due stelle noi,
avvolti dalle ombre noi ci amiamo
io non cerco di cambiarti
so che non potrò fermarti
tu per la tua strada vai
addio ragazza ciao,
io non ti cercherò
dovunque tu sarai,
dovunque io sarò.
Noi siamo figli delle stelle
figli della notte che ci gira intorno
noi siamo figli delle stelle
non ci fermeremo mai per niente al mondo.
noi siamo figli delle stelle
senza storia senza età eroi di un sogno
noi stanotte figli delle stelle
ci incontriamo per poi perderci nel tempo.

martedì 16 luglio 2013

11 Settembre 2001 - Inganno Globale



"11 Settembre 2001 - Inganno Globale" è il primo film italiano sugli attentati che hanno cambiato il corso della storia.

Vuoi per le guerre che ne sono state fatte conseguire, e che stanno avendo enormi implicazioni a livello globale, vuoi soltanto per il costo quasi raddoppiato della benzina che tutti consumiamo ogni giorno, non c'è un solo aspetto delle nostre vite quotidiane che non sia stato in qualche modo toccato da quei fatti.

È quindi doppiamente importante per chiunque affrontare la questione conserietà e responsabilità, evitando di dividersi in due bande contrapposte, che possono portare soltanto a dannose spaccature, quando il problema ciriguarda tutti nella stessa misura.

Nel grande polverone mediatico sull'11 settembre, questo film-inchiesta cerca di scartare il grano dal loglio, separando le accuseridicole della vere responsabilità mancate, proprio per evitare che grazie alla inconsistenza delle prime vengano coperte le seconde, e lo fa attenendosi rigorosamente a fatti documentati e verificabili da chiunque.

Non esiste il "complottismo", esistono solo delle risposte poco chiare da parte dei governi.

Io voglio soltanto chiarezza !!!
 

lunedì 8 luglio 2013

Cristo compagnone




L'unico problema che "Dio" ha con l'umanità sono le follie che continuamente vengono fatte in suo nome: guerre, fanatismo, televangelismo. Il più grande è però ridurre in fazioni tutte le religioni.
Ha detto che l'umanità ha sbagliato a prendere una buona idea per costruirci sopra una rete di credi.
Vuoi dire che avere un credo è sbagliato?
Secondo me è meglio avere delle idee. Insomma puoi cambiare un'idea ma cambiare un credo è tosta.
Anche Dio ha un senso dell'umorismo.. prendete l'ornitorinco !



martedì 2 luglio 2013

Quanti di voi pensano di essere vivi?






La parola coraggio assume per me molti significati.
Il coraggio è una capacità che tutti abbiamo ma che pochi scelgono di mostrare.
È la capacità di affrontare i problemi, le situazioni pur essendo consapevoli di poter ottenere un risultato negativo.
Il coraggio è infatti rischiare e provare nonostante si abbia paura di non farcela perché già il fatto che una persona sia in grado di superare le proprie paure è un segno di coraggio.
Si passano così ostacoli invalicabili che rimarrebbero tali se non si avesse il coraggio di rialzarsi dopo ogni sconfitta, ricominciare con più forza e volontà di fare e raggiungere ciò che si vuole
È coraggioso chi decide di affrontare la vita, nonostante questa non sia facile, crudele e si induca abbandonare tutto.
Il coraggio, al giorno d’oggi, è anche essere sé stessi e non seguire la massa. 
Infatti ci vuole molto fegato a mostrarsi diversi degli altri in quanto in più dei casi si viene criticati ed esclusi.
Ogni persona ha il proprio modo di essere coraggioso, c’è chi lo fa per vantarsi, per dimostrarlo agli altri, chi lo fa per sé stesso o per le persone a lui care o chi lo fa perché è obbligato e non ha alternative.
Coraggioso è chi non si abbatte e riesce ad affrontare una malattia, chi rimane fedele ai propri ideali, le madri o i padri che rimangono sa soli con i figli, i militari che lasciano i loro cari per andare in guerra senza alcuna certezza.
Il coraggio sta però, anche e soprattutto nelle piccole scelte e azioni; non sono perciò necessari atti eroici per essere coraggiosi .
Il coraggio è qualcosa che si possiede per sé stessi e non per mostrarlo agli altri. Serve per non sottovalutarci, per dimostrare a noi stessi che siamo più forti di quanto pensiamo.

 from: http://ilquotidianoinclasse.ilsole24ore.com/2013/03/a-che-serve-essere-vivi-se-non-si-ha-il-coraggio-di-lottare/




lunedì 1 luglio 2013

Crop Circle 2013 "La Clessidra"



I cerchi nel grano (in inglese crop circles), o agroglifi, sono aree di campi di cereali, o di coltivazioni simili, in cui le piante appaiono appiattite in modo uniforme, formando così varie figure geometriche (talvolta indicate come "pittogrammi") ben visibili dall'alto. A seguito del numero crescente di apparizioni di queste figure (soprattutto in Inghilterra) a partire dalla fine degli anni settanta del XX secolo, il fenomeno dei cerchi è diventato oggetto d'indagine per determinare la genesi di queste figure. 

Un nuovo pittogramma ha fatto la sua comparsa nei campi di  frumento di Silbury Hill, Avebury (Wiltshire) il 25 Giugno 2013. Il crop circle è stato in parte decifrato come ” la clessidra”  perchè appunto nel suo interno vi è il disegno di una clessidra e intorno alla sua circonferenza vi sono 4 simboli.


 


Intorno a questa formazione pittografica, vi è un messaggio che viene scritto nell’antico alfabeto Druido ieratico di Ogham o, Beth-Luis-Nuin. 

L’alfabeto ogamico comprende venti lettere diverse, (feda), distribuite in quattro serie o aicmí (plurale di aicme ”famiglia”). Ogni aicmeprendeva nome dalla sua prima lettera (Aicme BeitheAicme hÚathaAicme MuineAicme Ailme, “la famiglia della B”, “la famiglia dell’ H”, “la famiglia della M”, “la famiglia della A”). Nei manoscritti si trovano anche ulteriori lettere, chiamate forfeda. I primi tre aicmi sono composti da consonanti, l’ultimo da vocali. Ogni lettera di questo alfabeto è associata ad un particolare albero il nome stesso Ogham craobh significascrittura arborea.

Quello che circonda questa formazione è un antico linguaggio scritto dandoci messaggi circa: la rinascita e la rigenerazione (ioho, Ruis), futuro (Muin), saggezza (coll) e protezione (eadad), e alcuni riferimenti ai mesi estivi di luglio e agosto e poi l’ultimo mese del raccolto, ottobre.

Il messaggio è il tempo sta per arrivare il tempo dell'arrivo dei creatori gli annunaki !!!