venerdì 30 settembre 2011

Lunazioni Settembre-Ottobre 2011




La Lunazione di settembre-ottobre 2011


Mese di Settembre-Ottobre 2011

Costellazioni di Bilancia e Scorpione.
Decani : Saturno, Giove, Marte e Sole di Bilancia.
Sole di Scorpione.

Fase del Novilunio: 27 Settembre – ore 12.08.

Questa luna è la nona del Ciclo Felice e si chiamava Ennhe (?). Essa ha quattro giorni faustissimi: il 4°, il 9°, il 18° e il 22°. L’Anonimo dice che questa luna è del tutto simile alla precedente. Però nota in questa una maggiore attività dei medicamenti provenienti dagli animali in genere; quindi i rimedi opoterapici dovrebbero essere molto bene influenzati.

Terzo ciclo
Puntata ex 131
Questa luna, dice Izar, rende sterile la donna che mangia colombi che hanno nido o piccioni usciti dal nido a meno di 15 giorni.

mercoledì 28 settembre 2011

L'ipocrisia della Chiesa


La Chiesa predica bene, ma razzola male !!!

Ecco i due punti contestabili:

1. I Vescovi lanciano l’anatema contro chi non paga le tasse, ma i patrimoni della chiesa vivono di agevolazioni ed esenzioni.

Facciamo così, è giusto che il luogo di culto non paghi le tasse, ma facciamo pagare tutte le case costruite vicino, dove vivono i preti. Oppure facciamo pagare le tasse sui soldi raccolti durante la messa.

2. Il cardinale Bagnasco consiglia di correggere le abitudini e gli stili di vita, per uscire dalla cultura del nulla, un chiaro riferimento alla situazione porcellesca del nostro caro presidente del consiglio.

Ultimamente il Vaticano è stato denunciato presso il Tribunale Penale Internazionale dell’Aia di investigare contro papa Benedetto XVI e altri tre esponenti della gerarchia della Chiesa. L'accusa è di avere coperto gli abusi sessuali commessi da membri della Chiesa ai danni di minori.

Conclusione: L'ipocrisia è la qualità della persona che volontariamente pretende di possedere credenze, opinioni, virtù, ideali, sentimenti, emozioni che in pratica non ha. Essa si manifesta quando la persona tenta di ingannare con tali affermazioni altre persone, ed è quindi una sorta di bugia.
È importante distinguere l'ipocrisia dalla semplice incapacità di una persona di acquisire o praticare le virtù da essa reputate utili, anche se la stessa, pur ritenendosi incapace di raggiungere tali obiettivi, può suggerire la via giusta agli altri.


Per me c’è del marcio nel Vaticano, per me c’è dell’Italia nel marcio….
Per me c’è del marcio in Italia, per me c’è del Vaticano nel marcio…









mercoledì 21 settembre 2011

Festa del PD a Bari, festa della maleducazione e della inciviltà...



Ecco le foto dello scempio...

Io condivido le linee politiche della sinistra, ma non condivido quello che è successo a Bari.

Dal 20 al 25 settembre 2011 in PIAZZA DIAZ (Rotonda del Lungomare) si svolgerà a Bari la Festa Nazionale del Partito Democratico sull'economia e sul lavoro.

Fin qui tutto ok, ma avete visto cosa avete fatto, vi siete impadroniti dello spazio gioco bambini...VERGOGNA E VERGOGNA CHI VI HA AUTORIZZATO A FARE QUESTO !!!

Italia sta andando a puttane...


Questa è l'Italia !!!

Certo che se fosse ora in politica, si sarebbe schierata sicuramente nel PDL, sarebbe sicuramente diventata ministro dell'economia, data la sua esperienza nel metterlo dietro agli italiani.
Ed ora cosa volete, gli spetta la pensione, daltronde si è fatta un mazzo così...


from : blog Beppe Grillo

"Cicciolina va in pensione. Dopo 5 anni di onorata carriera parlamentare (1987-1992) e una sola legislatura, l'ex onorevole Ilona Staller, che compie 60 anni il 26 novembre, dal mese successivo percepirà il vitalizio previsto dalla legge. Circa 3 mila euro lordi. "Pensi che me l'ero persino dimenticato. Ma non mi vergogno, non ho derubato nessuno, quei soldi me li sono meritati" ha detto.
E certo che se li è meritati. Cinque anni tra i banchi del parlamento ed è fatta. Io, invece, sono sedici anni che faccio l'ingegnere informatico (ma dipendente). E sono sicuro che nonostante versi ogni mese i contributi (per pagare la pensione anche agli ex parlamentari) la pensione non ce l'avrò mai. Neanche dopo 40 anni di lavoro. Perché io, in realtà, quei soldi non me li sono meritati. Ma Cicciolina sì."
Edward


lunedì 19 settembre 2011

Gesù era un ibrido alieno ?



fonte :
http://mabastablog.blogspot.com/2011/03/gesu-era-figlio-di-un-extraterrestre.html

Gesù era figlio di un extraterrestre?

Se ne leggono di tutti i colori, teorie più o meno fantasiose ma di certo affascinanti. Ora che Zecharia Stchin è morto sembra che la sua ricerca sugli alieni Annunaki, il loro arrivo sulla Terra, l'esistenza di Nibiru ed il suo ritorno siano assolutamente normali, con un seguito di sostenitori sempre più ampio. Sitchin, nei suoi tanti libri, sosteneva che gli Annunaki fossero gli dei dell'antichità, sempre gli stessi ma con nomi diversi: così Osiride, Giove, Odino, scesi sulla Terra con armi possenti, tra lampi di luce e fulmini, ad insegnare all'uomo le tecniche di base per l'evoluzione. Inoltre questi alieni/ dei si sarebbero accoppiati spesso con donne umane, da cui sarebbero nati i semidei come il famoso Ercole, per citarne uno. Ma la tecnologia aliena era anche estremamente sviluppata in campo genetico, nella manipolazione del dna e l'avrebbero usata sia per modificare il nostro, rendendoci quello che siamo oggi, sia per l'inseminazione artificiale a scopi scientifici.
Da una di queste inseminazioni sarebbe nato Gesù, il Cristo, il Figlio di Dio, nato da madre vergine. Sono proprio le parole del Vangelo, e soprattutto dei Vangeli Apocrifi, ad indicare le similitudini con le storie degli Annunaki: Maria visitata da un essere splendente (l'arcangelo Gabriele o un alieno?) e rimasta incinta senza alcun rapporto sessuale, vergine.
La stella che ha indicato il cammino ai magi, tracciando una scia luminosa nel cielo, per poi fermarsi sulla stalla dove era nato Gesù era forse una nave spaziale?
E Gesù diceva di essere il figlio di Dio, che il suo regno non era di questa terra, ma nell'alto dei cieli a fianco di suo Padre. Si riferiva al Paradiso o allo spazio? Il regno potrebbe essere Nibiru? E suo padre potrebbe quindi essere una divinità Annunaki?
Se Cristo fosse nato per inseminazione artificiale avrebbe avuto il dna di un dio alieno, e sarebbe quindi stato un semidio, cosa che spiegherebbe le sue capacità, i miracoli per intenderci.
La resurrezione poi sembrerebbe di natura ufologica: l'ascensione al cielo. Gesù, resuscitato dalla medicina spaziale, torna a casa. Nella tomba due esseri splendenti avvisano le donne che il figlio di Dio è tornato a nuova vita, è risorto. Esistono raffigurazioni, icone, di Maria presso la tomba con uno strano oggetto volante che fluttua sopra di lei. Una prova dall'arte antica?
Inoltre gli studiosi che hanno analizzato la Sindone (tenendo come buona l'ipotesi che rappresenti l'immagine di Gesù) sostengono che il lenzuolo è stato esposto ad un forte raggio di luce, che ha permesso all'immagine di rimanere impressa come una fotografia, e che il corpo di Cristo debba essersi dissolto nel nulla, perchè non ci sono macchie o sbavature aggiuntive ai tratti che indichino che Gesù si sia alzato e si sia tolto il sudario. Forse una nave aliena ha recuperato il corpo con tecnologia avanzata?
Teorie, che faranno accapponare la pelle ai cattolici ad oltranza, quelli che si aggrappano al dogma per non porsi domande. A me non interessa che Gesù fosse figlio di Dio o di un dio alieno, mi bastano le sue parole ed i suoi insegnamenti. Umano, impostore, dio, semidio, alieno...cosa importa?
Ma la verità, quella sì è importante, e sembra che il genere umano la stia cercando disperatamente, anche nei modi più assurdi, tra cospirazioni e tanta fantasia.
Chi vivrà vedrà, ma forse scopriremo tutto soltanto dopo. Da morti.
E non potremo tornare a raccontarlo a nessuno.




Rivelazioni Maya sul 2012 e Oltre...


"Rivelazioni Maya sul 2012 e Oltre" dal governo messicano

Avremo finalmente il privilegio di venire a conoscenza di qualcosa di affascinante? Il governo messicano sta rilasciando segreti riguardanti la fine del calendario Maya per produrre un documentario. "Rivelazioni Maya sul 2012 e Oltre", come appreso da TheWrap. L'informazione, protetta per 80 anni, dovrebbe rivelare le credenze Maya sulle catastrofi future e saggezza, informazioni "sconvolgenti", come ha detto a TheWrap, il produttore Raul Julia-Levy, figlio dell'attore Raul Julia.

lunedì 5 settembre 2011

Ciao ciao a Cisl & Uil


Licenziare sarà più facile, ok di Cisl e Uil...

RomaSindacati e datori - nelle singole aziende e in casi specifici - potranno fare accordi che non rispettano alcuni punti dei contratti nazionali e anche delle leggi che regolano il lavoro, compreso lo Statuto e quindi il famoso articolo 18 che stabilisce l’obbligo di reintegro per i licenziati senza giusta causa o giustificato motivo. La novità era già contenuta nell’articolo otto della manovra di Ferragosto, quello che la Cgil e la sinistra volevano (e vogliono) abrogare. Una modifica introdotta nel pomeriggio ha circoscritto meglio il campo di azione.
Le novità sono in un emendamento del relatore Antonio Azzollini che rafforza la validità «per tutti i lavoratori» degli accordi sottoscritti dalla maggioranza dei sindacati (è l’erga omnes, tema emerso soprattutto con le intese sugli stabilimenti Fiat messe a rischio dalla Fiom) e il limite della rappresentanza sindacale alle principali sigle. Di fatto solo i confederali Cgil, Cisl e Uil, firmatari dell’accordo del 28 giugno che - in modo del tutto simile all’articolo 8 - rafforza la contrattazione aziendale.
Poi viene specificato che nessuno potrà non rispettare la Costituzione, le norme europee e le convenzioni internazionali sul lavoro e i diritti delle lavoratrici. In particolare quelli che tutelano la maternità e i congedi. In altre parole, nessuno potrà rifiutare di reintegrare una madre licenziata, nemmeno con il sì dei sindacati.
La polemica si è però concentrata sul principio generale delle deroghe allo Statuto. Per Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, «la ragioni dello sciopero crescono» perché con l’articolo 8 «il governo cancella la Costituzione». Il Pd ha annunciato battaglia e ha chiesto di nuovo l’abrogazione di tutto l’articolo otto, quando la manovra - martedì - arriverà nell’Aula del Senato. «Abbiamo un governo avventurista e irresponsabile», ha tuonato il segretario Pier Luigi Bersani chiedendo il «ritorno all’accordo» di giugno.
Al ministro del Lavoro Maurizio Sacconi è toccato spiegare che l’articolo 8 rafforza proprio quell’accordo e che di cambiamenti non ce ne sono, se non nell’avere precisato che adesso la firma sulle intese in azienda le metteranno i sindacati «comparativamente più rappresentativi» e questo perché è stata accolta «una richiesta espressa da Cisl e Uil a che fossero certamente evitati accordi “pirata” con soggetti di comodo o senza rappresentatività». In sostanza sindacati gialli.
Soddisfatte Cisl e Uil. «È stato recepito - ha spiegato il segretario confederale Paolo Pirani - l’accordo interconfederale di giugno (quello citato da Bersani, firmato dai tre maggiori sindacati e Confindustria, ndr) e, con l’emendamento anche da noi sollecitato, si evita la costituzione di sindacati di comodo». Soddisfatta anche la Cisl, che ha precisato di «non avere chiesto quella norma», ma di considerare positiva «la nuova formulazione». Confindustria ha parlato con una nota ufficiale nella quale si sottolinea l’importanza del «principio della validità erga omnes dei contratti aziendali». Principio che «non è in contrasto con l’accordo interconfederale del 28 giugno che, in ogni caso, rimane per noi riferimento assolutamente essenziale».
Al di la delle schermaglie, spiega il giuslavorista Michele Tiraboschi, «il decreto non dà nessuna libertà di licenziamento. Gli accordi non possono derogare al divieto di licenziamento senza giustificazione. Possono semmai, in casi specifici, prevedere norme diverse rispetto al reintegro, che peraltro c’è solo in Italia». I casi specifici sono quelli già previsti dalla decreto: accordi per aumentare l’occupazione, per incrementare il salario, stati di crisi, nuovi investimenti, avvio di attività e accordi che fanno crescere la «qualità dei contratti di lavoro» o fanno emergere il sommerso. «Ad esempio - aggiunge Tiraboschi - in un call center che volesse convertire tutti i suoi contratti a progetto con contratti tipici, sindacati e azienda potrebbero decidere di derogare alla legislazione sul lavoro». Un incentivo al lavoro regolare.
Complice la vigilia dello sciopero della Cgil, l’approvazione dell’articolo 8 ha riaperto tutte le ferite nei rapporti tra sindacati. Camusso ha parlato di un «solco profondo» con Cisl e Uil, ha accusato il governo di avere approvato l’articolo otto con un preciso obiettivo: «Isolare completamente la Cgil». Bonanni ha replicato piccato: «Se il governo lavora per dividerci, Camusso fa il doppio. Ha organizzato uno sciopero senza dire niente a nessuno, salvo poi invitarci. Non è disposta a fare i conti con la realtà più recalcitrante della sua organizzazione (la Fiom, ndr). È libera di fare quello che vuole - ha concluso - ma almeno se ne stesse zitta con gli altri».

http://www.ilgiornale.it/interni/licenziare_sara_piu_facile_ok_cisl_e_uil/05-09-2011/articolo-id=543777-pahttp://www.blogger.com/img/blank.gifge=0-comments=1

domenica 4 settembre 2011

Addio articolo 18...

Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori

Ultima modifica per la pagina: 09:20, 4 apr 2011.

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono applicarsi condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli. Wikipedia® è un marchio registrato della Wikimedia Foundation, Inc.

Voci correlate

Testi normativi correlati

Collegamenti esterni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'art. 18 dello Statuto dei Lavoratori afferma che il licenziamento è valido se avviene per giusta causa o giustificato motivo. In assenza di questi presupposti, il giudice dichiara l'illegittimità dell'atto e ordina la reintegrazione del ricorrente nel posto di lavoro. In alternativa, il dipendente può accettare un'indennità pari a 15 mensilità dell'ultimo stipendio, o un'indennità crescente con l'anzianità di servizio. Il lavoratore può presentare ricorso d'urgenza e ottenere la sospensione del provvedimento del datore fino alla conclusione del procedimento, della durata media di 3 anni. Nelle aziende che hanno fino a 15 dipendenti, se il giudice dichiara illegittimo il licenziamento, il datore può scegliere se riassumere il dipendente o pagargli un risarcimento. Può quindi rifiutare l'ordine di riassunzione conseguente alla nullità del licenziamento. La differenza fra riassunzione e reintegrazione è che il dipendente perde l'anzianità di servizio e i diritti acquisiti col precedente contratto (tutela obbligatoria).

giovedì 1 settembre 2011

Via Berlusconi dall'Italia...


"Non me ne fotte niente...io..tra qualche mese me ne vado per i cazzi miei...da un'altra parte e quindi...vado via da questo paese di merda...di cui...sono nauseato...punto e basta...". Secondo il gip di Napoli - che ha disposto l'arresto di Lavitola, di Giampaolo Tarantini e della moglie, per estorsione a Berlusconi - la conversazione in questione e' "rilevante" in quanto attesta la "speciale vicinanza" tra il premier e Lavitola e la "natura dei rapporti" tra i due.

RICORDATI SOLO CHE FARAI LA STESSA FINE DEL TUO AMICO CRAXI !!!