sabato 28 maggio 2011

Craxi = Berlusconi



Fonte Wikipedia:

Benedetto Craxi detto Bettino (Milano, 24 febbraio 1934 – Hammamet, 19 gennaio 2000) è stato un politico italiano. Craxi fu il primo socialista a ricoprire, nella storia repubblicana, la carica di Presidente del Consiglio dei Ministri dal 4 agosto 1983 al 17 aprile 1987, in due governi consecutivi. È stato pluricondannato per reati concernenti la corruzione ed il finanziamento illecito al Partito Socialista Italiano.

È uno degli uomini politici più rilevanti della cosiddetta Prima Repubblica[1], ma anche uno dei più controversi: ciò perché da latitante in seguito alle indagini di Mani Pulite, che condussero, tra l'altro, all'incriminazione e ad una duplice condanna definitiva in sede penale - "morì in solitudine, lontano dall'Italia (...) dopo che egli decise di lasciare il paese mentre erano ancora in pieno svolgimento i procedimenti giudiziari nei suoi confronti".



Fonte Wikipedia del futuro:

Berlusconi Silvio detto Papi (Milano, 29 settembre 1936 – Hammamet, 19 gennaio 2012) è stato un politico italiano. Silvio fu il primo imprenditore a ricoprire, nella storia repubblicana, la carica di Presidente del Consiglio dei Ministri dal 8 maggio 2008, in quattro governi. È stato pluricondannato per:

1 Indagine su rapporti con società svizzere
2 Traffico di droga
3 Falsa testimonianza
4 Tangenti alla Guardia di Finanza
5 Processo All Iberian
5.1 All Iberian 1 (finanziamento illecito al PSI)
5.2 All Iberian 2 (falso in bilancio aggravato)
6 Processo Lentini (falso in bilancio)
7 Medusa cinematografica
8 Falso in bilancio nell'acquisto dei terreni di Macherio
9 Lodo Mondadori
10 Processo SME
10.1 Processo SME, capo di accusa A
11 Spartizione pubblicitaria Rai-Fininvest
12 Tangenti fiscali sulle pay-tv
13 Stragi del 1992-1993
14 Concorso esterno in associazione mafiosa
15 Diffamazione aggravata dall'uso del mezzo televisivo
16 Telecinco (in Spagna)
17 Caso Saccà
18 Compravendita diritti televisivi
19 Voli di Stato
20 Inchiesta di Trani
21 Inchiesta di Milano
22 Il caso Ruby

È uno degli uomini politici più rilevanti della cosiddetta Terza Repubblica, ma anche uno dei più controversi: ciò perché da latitante in seguito alle indagini di Mani Pulite 3, che condussero, tra l'altro, all'incriminazione e ad una duplice condanna definitiva in sede penale - "morì in solitudine, lontano dall'Italia (...) dopo che egli decise di lasciare il paese mentre erano ancora in pieno svolgimento i procedimenti giudiziari nei suoi confronti".

MI TROVATE LA DIFFERZA ?

Lunazione Giugno 2011



Mesi di Giugno 2011

Costellazioni di Gemelli e Cancro.
Decani: Venere e Mercurio e Luna di Gemelli.
Luna e Saturno di Cancro.

Fase del Novilunio: 1 Giugno – ore 22,02. (aggiungere +1 per l'ora legale)

Questa luna è la quinta del Ciclo Felice. Il suo nome era Betari (?) Retari (sul manoscritto non si legge bene). Questa luna ha quattro giorni faustissimi: il 5°, il 7°, il 18° e il 24°. Questa luna è identica alle quattro precedenti. L’Anonimo Napolitano avvisa che per gli ammalati di cuore, per gli ammalati cronici di reumatismi, bisogna evitare tutto ciò che sia di provenienza animale. Sarebbe questa una luna, per queste due malattie, assai severa nel cibarsi. L’Autore dice che anche per le altre infermità la vittitazione dovrebbe essere frugivoriana per dare grande attività a tutta la circolazione degli umori. Egli ricorda che un caso ribelle, come sempre è ribelle, di podagra, fu guarito in queste lune con la sola dieta a frutta, a vegetali in generale, e con la sola flagellazione quotidiana. Che un altro caso di diabete, che era arrivato alla consunzione dell’ammalato fu miracolosamente curato e guarito in queste lune con il mangiare asciutto, non con cibi cotti, con abbondanza di frutta e senza pane. Questa cura, a dir il vero, ci pare molto fantastica anche pensando che le frutta contenendo una parte zuccherina molto importante, secondo l’attuale conoscenza non farebbero certamente diminuire il glucosio nelle orine. Ritengo che il diabete sia stato chiamato così dal nostro autore, più nell’antico senso di consunzione. In ogni modo riporto l’opinione di questo autore delle lune, solo per far sentire lo scritto dell’Anonimo. Gli ammalati di gotta podagra dovrebbero ricordare che in questa luna si possono preparare efficacemente al più alto potere le polveri di carbone contro il loro male. Dice di carbonizzare le castagne; le ghiande di quercia, le radici di lauro nobile e quelle di pino. Questi carboni, diversi di origine, pestarli e polverizzarli e passarli per crivello molto sottile, e prenderne in ostia 5 cg. prima di mangiare o cenare. Questo rimedio è ottimo in generale contro l’artrite e il reumatismo; per la podagra, chiragra o affezioni simili è molto importante perché ha un valore guaritivo radicale, e evita o raddolcisce le crisi. Bisogna però avvertire, dice l’autore, che queste polveri si possono con identico valore rinnovare in tutte le lune che cadono nella costellazione di Cancro e di Acquario, ogni anno. Dice anche che nei tempi antichi, in questa luna si esponevano i bambini ammalati all’aria aperta ed all’ombra del Sole tutto il giorno; e la sera si mettevano a dormire sulla pelle di capra o di agnello o di cammello. Di più i mali viscerali, specialmente i cronici, le malattie del fegato, quelle della bocca e della gola, si curavano con l’acqua delle foglie del noce. Si mettevano la sera per la mattina in fusione, nell’acqua tiepida, le foglie di noce. La mattina l’acqua passava per una setola, e nell’acqua si lasciavano cadere 5 gocce di ottimo aceto di vino e 20 gocce di latte fermentato. Questa bibita si beveva a sorsi durante il giorno. Facevano questa cura alternando 7 giorni curativi e 7 senza prendere la bevanda, però nei 7 giorni in cui non si beveva la porzione preparata, i malati non mangiavano mai caldo. L’Anonimo dice che, verso la fine del 500, un medico di Bologna faceva cure meravigliose semplicemente con la bevanda precedente, a cui egli aggiungeva il sale e la bava delle lumache vive. In più questo medico adoperava un balsamo composto di una decozione di foglie di noci, foglie di gelso, radici di sedano, testa di papavero, cortecce di limone, misto questo intruglio a cera vergine, cioè cera come si prendeva negli alveari. Ne formava un unguento balsamico che aveva un’azione dissolvente ogni volta che si applicava sui nodi del reumatismo articolare; questo medico (o ciarlatano) aveva la pazienza di preparare in queste lune un estratto di pietre, come egli chiamava gli ingredienti di questo suo medicamento. L’Anonimo dice di ave visto e letti gli appunti o memorie intime di questo strano medico, il quale non annotava completamente il modo con cui adoperava le sue preparazioni. Ma a proposito della sua acqua di pietra diceva: che per scegliere le pietre egli faceva lunghi viaggi sulle spiagge pietrose del mare e sceglieva le pietre colorate verdi o rosse che erano state battute dall’acqua di mare per tutto l’inverno; sceglieva le piccole e le più porose, anche se avessero altro colore diverso dal verde o dal rosso. Queste pietre pareva ch’egli le mettesse in un vaso pieno di aceto, rimettendo aceto ogni volta che questo diminuiva, per 40 giorni, allo scoperto, coprendo la bocca del vaso con un pannolino a tessuto molto largo, o con una retina per impedire il richiamo degli insetti che sono molto ghiotti della pietra in aceto (???). Dopo al quarantunesimo giorno, toglieva le pietre dall’aceto e le faceva bene asciugare, quindi con un maglio di ferro riduceva in frantumi questi sassi e li rimetteva in una grossa pentola con acqua e aceto e li teneva su di un fuoco dolce per 7 giorni, indi filtrava il resto per 7 volte, e ne faceva delle fialette che egli credeva fossero bastevoli per distruggere i calcoli delle reni, le pietre della vescica e del fegato, nonché (meraviglia delle meraviglie) tutti i tumori interni, tumori di qualunque natura che poche gocce di quest’acqua di pietra, prese ogni mattina prima dell’alba, facevano evacuare od in altra maniera espellevano dal corpo dell’ammalato. Altro che quarta pagina dei giornali!

Secondo ciclo
Puntata ex 201
Profumo: La vainiglia e il garofano.
Pietra: Il brillante.
Colore: Il bianco latte.
Cibi: Tutti, meno i funghi e le insalate crude condite con aceto.

Terzo ciclo
Puntata ex 127
Dopo il plenilunio qualunque operazione si fa per distruggere nidi di insetti di qualunque specie, riesce di efficacia grande.

Moore, interpretazioni.

venerdì 27 maggio 2011

I'm sorry Mr President Obama. Berlusconi is not speaking in my name


I'm sorry Mr President Obama. Berlusconi is not speaking in my name.

"E' scandaloso che voi non vi scandalizziate. Mi permetto di dire vergognatevi. Ho difeso l'istituzione presidente del Consiglio italiano che è lì a rappresentare l'Italia e che deve avere, oltre all'esperienza, un prestigio non diminuito per notizie che sui giornali stranieri arrivano solo dalla parte relativa alle accuse". E' il duro attacco ai giornalisti del presidente del Consiglio durante la conferenza stampa del G8 in riferimento al colloquio avuto con Barack Obama giovedì

Ma gli italiani non ci stanno e su Facebook scoppia la protesta."I'm sorry Mr President Obama. Mr Berlusconi is not speaking in my name", è la pagina disponibile per tutti coloro che non si sentono rappresentati dal presidente del Consiglio. Un tam tam che in poche ore ha richiamato sul web centinaia di utenti. E la pagina di Facebook è già un tormentone.

venerdì 20 maggio 2011

Si per il No al Nucleare...




Vota Si per dire No al Nucleare !!!


Appello

Il 12 e il 13 giugno liberiamo l’Italia dal nucleare.

Abbiamo tutti l’opportunità di dare al Paese un futuro nuovo.

Il governo teme l’opinione degli italiani e sta facendo di tutto per impedire che si esprimano col referendum. Prima ha negato l’accorpamento con le amministrative (caricando così la spesa pubblica di ben 400 mln di euro), poi con la moratoria-truffa vorrebbe farci credere che il referendum è inutile. Non è così!

Oggi abbiamo la grande occasione di chiudere definitivamente l’avventura nucleare e aprire una nuova stagione energetica.

Noi non abbiamo le risorse finanziarie e mediatiche dei grandi operatori energetici e della lobby nucleare. Non possiamo fare campagne pubblicitarie da milioni di euro. Noi abbiamo due sole grandi forze: i fatti concreti della storia che ci danno ragione – da ultimo il dramma che sta vivendo il Giappone – e il grande numero di persone che non vogliono per sé e per i propri cari un futuro nucleare e che oggi si possono mobilitare strada per strada, sul web, con le radio e le tv locali. Una grande squadra al lavoro in ogni città, in ogni quartiere, in ogni paese per convincere gli italiani ad andare a votare il 12 e 13 giugno per fermare il nucleare.

In queste settimane siamo tutti rimasti sconvolti dal dramma degli abitanti del distretto di Fukushima, costretti ad abbandonare chissà per quanti anni le proprie abitazioni. Per i milioni di cittadini di Tokyo che ancora oggi vivono sotto l’incubo degli effetti nefasti della radioattività, per i valorosi che stanno sacrificando la propria vita per tentare di impedire che il disastro assuma dimensioni catastrofiche. E’ lo stesso copione di Cernobyl, eppure ci troviamo nel Paese più tecnologico del mondo, che comunque non è riuscito a garantire ai propri cittadini la sicurezza dal rischio nucleare. Il motivo è semplice: oggi non esiste tecnologia in grado di farlo.

E il nucleare non è pericoloso solo in caso di incidenti, lo è anche nella gestione ordinaria, come dimostra lo studio epidemiologico fatto realizzare dalla Repubblica Federale Tedesca, che ha verificato un’incidenza di leucemie nei bambini sotto i cinque anni che abitano entro i 5 km dalla centrale di 2,2 volte superiore alla media nazionale.

Ma ciò che è davvero inaccettabile è che il nucleare rappresenta un rischio del tutto inutile. Basti pensare che sommando l’energia elettrica prodotta dal fotovoltaico e dall’eolico dal 2009 al 2011 all’energia risparmiata in questi tre anni grazie alla detrazione fiscale del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici si raggiunge la stessa quantità di energia elettrica che sarebbe prodotta da tre centrali nucleari EPR, come quelle che si vorrebbero costruire in Italia. Se non bastasse, il Paese ha oggi una potenza elettrica installata di più di 110.000 megawatt, mentre il picco di consumi prima della crisi, nel 2007, non ha superato i 57.000 megawatt. Tanto che persino il più grande tifoso del nucleare e persecutore delle rinnovabili, il ministro Romani, è stato costretto ad ammettere che per sosituire l’energia elettrica eventualmente prodotta dalle centrali nucleari italiane basterebbe un po’ di pompaggio nelle centrali idroelettriche esistenti per farle lavorare sempre a pieno regime!

Infine i costi. Molte agenzie private e pubbliche (da Moody’s al Dipartimento Energia dell’Amministrazione USA) dichiarano senza ombra di dubbio che nel 2020 il nucleare sarà la fonte energetica più cara in assoluto!

La vittoria dei Sì all’abrogazione della legge che fa tornare il nucleare in Italia sarebbe un grande segnale anche per l’Europa ed il mondo sviluppato, che dopo il grave disastro di Fukushima si sta seriamente interrogando sul destino del nucleare.

Noi, in Italia, siamo fortunati e avvantaggiati. Perché non abbiamo centrali sul nostro territorio. E sostenere, come alcuni in malafede fanno, che averle oltre confine, di là delle Alpi, non diminuisce il rischio è una grande bufala. Fukushima lo dimostra ancora un volta: gli incidenti nucleari creano il massimo del disastro nel territorio circostante, più si è lontani più si riducono i danni.
Siamo fortunati e avvantaggiati perché non dobbiamo sopportare i costi del decommissioning di nuove centrali e dello smaltimento di sempre nuove scorie – per quelle vecchie continuiamo a pagare: solo l’anno scorso 280 milioni di euro.- Scorie per le quali nessun paese al mondo ha trovato una soluzione definitiva. Tutto ciò si traduce anche in un vantaggio economico perché, come ammette persino il ministro Tremonti, non dobbiamo portare sulle nostre spalle il debito nucleare. Liberi di questo fardello, possiamo perciò concentrare tutti gli sforzi del paese nella rivoluzione energetica, che si è già avviata; nello sviluppo delle rinnovabili e dell’efficienza energetica; nella produzione distribuita e nella ricerca e innovazione. Tutti cavalli di battaglia, nei prossimi anni, per creare nuovi posti di lavoro e costruire nuove filiere industriali capaci di competere sui mercati mondiali. Anche perché la lotta ai cambiamenti climatici obbligherà tutti i paesi sviluppati ad impegnarsi su questi terreni.

Allora perché insistere? Una volta tanto vogliamo essere lungimiranti?
Mentre nel mondo ci si interroga su come uscire dal nucleare, qualcuno ci vuole obbligare a cascarci dentro.

Il referendum del 12 e 13 giugno è una splendida occasione di democrazia, per alzare la voce nell’interesse di tutto il paese.
Mettiamoci la nostra energia, costruiamo ovunque comitati referendari, lanciamo iniziative, facciamo circolare le informazioni: per smascherare i trucchetti dei nuclearisti e far capire cosa davvero è più utile, sicuro e conveniente per gli italiani.

Votiamo Sì per fermare il nucleare.

Scarica l’Appello in pdf

Contattaci per comunicare la tua adesione come singolo o a nome di una organizzazione nazionale.

Sei invece sei rappresentante di una organizzazione territoriale oppure rappresenti il mondo della Scienza, della Cultura, della Politica, dello Sport o dello Spettacolo ADERISCI SUBITO.

domenica 15 maggio 2011

Referendum e politica italiana

Ricevo, e doverosamente propago.

Leggi fino in fondo.....



Questi qua il 13 aprile hanno votato l'impunitá per il loro capo facendoci credere di averlo fatto per il bene di noi cittadini
- noi ci becchiamo un'ipoteca sulla casa per una multa non pagata!



Questi qua hanno la pensione garantita di 3.100 euro al mese lavorando per solo 5 anni
- noi lavoreremo fino ai 65 anni per avere una pensione forse pari a metá dello stipendio!



Questi qua beneficiano gratis di aereo, treno, autostrada, cinema, ristoranti, ecc.
- noi paghiamo anche la carta igienica dei figli a scuola!



Questi qua hanno la casa in affitto in centro a Roma a 500 euro al mese con supporto statale!
- noi abbiamo un mutuo fino alla terza etá!

Il 12 e il 13 giugno pensate di andare al mare?

Fate girare questo messaggio!!!!
E' molto importante per me, per te, per i tuoi amici, per i tuoi figli e per i tuoi nipoti, presentarsi al referendum abrogativo del 12-13 giugno 2011. E' l'unico strumento, oltre alle elezioni, che ci fa sentire parte attiva di questo stato.

Il referendum avrá quattro quesiti, uno piú importante dell'altro. Ve li elenco in maniera molto molto stringata. Per ogni approfondimento andate qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Referendum_abrogativi_del_2011_in_Italia

Primo quesito (Acqua) Vuoi eliminare la legge che dá l'affidamento a soggetti privati o privati/pubblici la gestione del servizio idrico? VOTA SI

Secondo quesito (Acqua) Vuoi eliminare la legge che consente al gestore di avere un profitto proprio sulla tariffa dell'acqua, indipendente da un reinvestimento per la riqualificazione della rete idrica? VOTA SI

Terzo quesito (Centrali Nucleari) Vuoi eliminare la legge che permette la costruzione di centrali nucleari sul territorio italiano? VOTA SI

Quarto quesito (Legittimo Impedimento) Vuoi eliminare la legge che permette al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Ministri di non comparire in udienza penale durante la loro carica? VOTA SI

Come per ogni referendum bisognerá raggiungere il quorum. 25 milioni di persone, il 50% degli aventi diritto, dovrá recarsi alle urne per rendere il referendum valido.

La vera unitá di noi tutti per far valere i nostri diritti di cittadini, capaci di dare una forte risposta a leggi che remano contro di noi.

RICORDA: Condividi questo post con tutti i tuoi contatti, perché questa volta abbiamo la possibilitá di salvare il paese, gira la mail a tutti i tuoi contatti.
Pubblicizziamo questi argomenti:

RICORDATEVI CHE DOVETE PUBBLICIZZARLO VOI IL REFERENDUM... perché non saranno fatti passare gli spot ne' in Rai ne' a Mediaset.

Vi ricordo che il referendum passa se viene raggiunto il quorum. E' necessario che vadano a votare almeno 25 milioni di persone!http://www.blogger.com/img/blank.gif

Il referendum non sará pubblicizzato in TV.

I cittadini, non sapranno nemmeno che ci sarà un referendum da votare il 12 giugno.

QUINDI : I cittadini, non andranno a votare il referendum!

Vuoi che le cose non vadano a finire cosi ? Copia-incolla il link di questo blog e spediscilo ad amici e parenti.

http://derenzodomenico.blogspot.com/2011/05/referendum-e-politica-italiana.html

Grazie !!!

venerdì 13 maggio 2011

Berlusconi guardati allo specchio

Come può una persona che parla in questo modo governare l'Italia ?
Invece di attaccare sempre la sinistra, potremmo sapere quali sono i programmi?
Per lui le donne sono solo quelle che si spogliano davanti a lui, il resto possono andare a quel paese.
Ma lo vedete... a furia di tirare la pelle, gli si sta aprendo il buco...del cervello bacato...


mercoledì 11 maggio 2011

I soldi non possono comprare la vita...



I soldi non possono comprare la vita...

L'11 maggio del 1981, trent'anni fa, l'artista morì in uno ospedale di Miami per un cancro non curato: a quanto pare, seguendo alla lettera i precetti del credo Rasta l'artista avrebbe rifiutato l'amputazione di un alluce al momento in cui fu rilevata un melanoma. Aveva 36 anni...


Bob Marley "ONE LOVE" di shakura

lunedì 9 maggio 2011

Fatti processare !!!


Le immagini del caos totale dopo l'arrivo di Berlusconi. Un contestatore ha gridato "fatti processare" dopo il passaggio dell'auto. Molto dura la reazione della polizia e della Digos, tra le proteste dei giornalisti, alcuni dei quali sono anche caduti mentre il passante veniva portato via.

Meno male che la Digos c'è.

sabato 7 maggio 2011

Blade Runner



Ho visto cose che voi umani... è un modo di dire derivato da una battuta di Blade Runner, film di fantascienza del 1982 diretto da Ridley Scott e ispirato al romanzo Il cacciatore di androidi (Do Androids Dream of Electric Sheep?) di Philip K. Dick.

Nel film è l'incipit del celebre monologo di Rutger Hauer , nei panni del replicante Roy Batty, il quale prima di morire afferma:
(EN)
« I've seen things you people wouldn't believe.

Attack ships on fire off the shoulder of Orion.
I watched c-beams glitter in the dark near the Tannhäuser Gate.
All those… moments will be lost in time,
like tears… in rain.
Time to die. »
(IT)
« Io ne ho... viste cose che voi umani non potreste immaginarvi…

Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione…
E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser…
E tutti quei… momenti andranno perduti nel tempo…
Come… lacrime… nella pioggia…
È tempo… di morire… »
(Rutger Hauer/Roy Batty)

Si dice che in origine il breve monologo non fosse previsto dalla sceneggiatura: sarebbe stato Rutger Hauer a improvvisare la battuta. In realtà l'attore modificò il testo scritto dallo sceneggiatore David Webb Peoples, aggiungendo la frase sulle "lacrime nella pioggia".

Il monologo fa riferimento al passato del replicante, durante la sua militanza nei corpi militari speciali extramondo. Tuttavia le sue parole risultano oscure, poiché il film non fornisce alcun elemento per capire cosa possano essere i "bastioni di Orione", i "raggi B" o le "porte di Tannhäuser", pertanto si possono solo azzardare delle ipotesi su quale sia la loro natura. L'incapacità dello spettatore di visualizzare correttamente le scene descritte dal replicante (il quale suppone che nemmeno la fantasia degli uomini sarebbe sufficiente) sottolinea come anche i ricordi di un replicante, per quanto pochi, abbiano lo stesso valore di quelli di un essere umano.

Io ne ho... viste cose che voi umani non potreste immaginarvi…

Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione…

E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser…

E tutti quei… momenti andranno perduti nel tempo…

Come… lacrime… nella pioggia…

È tempo… di morire…


Videogiochi



Cosa pensano i ragazzi di oggi, dei videogiochi ?

Un articolo sulla Gazzetta del Mezzogiorno del 05 05 2011, spiega cosa ne pensa mio nipote Biagio Poliseno.

venerdì 6 maggio 2011

ABOLIZIONE DEI VITALIZI PARLAMENTARI...


Il 21 settembre 2010 il Deputato Antonio Borghesi dell'Italia dei Valori ha proposto l'abolizione del vitalizio che spetta ai parlamentari dopo solo 5 anni di legislatura in quanto, affermava, tale trattamento risultava iniquo rispetto a quello previsto dai lavoratori che devono versare 40 anni di contributi per avere diritto ad una pensione.

Indovinate come è andata a finire :

Presenti 525
Votanti 520
Astenuti 5
Maggioranza 261

Hanno votato sì 22
Hanno votato no 498



giovedì 5 maggio 2011

La morte non è niente


الموت ليس شيئا. هم الماضي فقط الجانب الآخر هو مثل ابن يختبئ في الغرفة المجاورة. أنا أنا وأنت أنت. ما هي أول لبعضهم البعض ولا نزال. دعوة لي مع اسم أعطيت من أي وقت مضى، أن كنت معتادا، قل لي في الطريق السهل الذي استخدمته دائما. لا تغيير لهجة الخاص ملابس لا الجوية القسري للجدية أو الحزن. الاستمرار في الضحك على ما جعلنا نضحك، والنكات القليل الذي كنا نستمتع معا من ذلك بكثير. الصلاة، وابتسامة، والتفكير في لي! اسم عائلتي هو دائما الكلمة الأولى ان تحدث دون ادنى قدر من الظل والحزن. حياتنا ويحتفظ بمعنى أنه كان دائما : انه هو نفسه كما كان من قبل، هناك الاستمرارية التي لا يفطر. لماذا يجب أن أكون خارج أفكارك وعقلك، لأني أعتبر نفسي بعيدا عن الأنظار؟ أنا لست بعيدا، على الجانب الآخر هي قاب قوسين أو أدنى. وأكد، كل شيء على ما يرام. البحث عن قلبي، وجدوا في تنقية الرقة. يمسح دموعك والبكاء لا تفعل، إذا كنت تحب لي : ابتسامتك هي بلادي السلام.

Quando morirà De Renzo Domenico Dante

calcolo ora morteRisultato test ora morte:

Morirai certamente il
18/12/2037
al tuo trapasso mancano
9723 giorni, oppure 233362 ore, oppure 14001769 minuti, alias 840106149 secondi
Divertiti finche' sei in tempo... [by Magnaromagna]

سامة بن محمد بن عوض بن لادن



Prossimo obbiettivo...

Catturatelo vivo o morto...

Foto Osama Bin Laden


أسامة بن محمد بن عوض بن لادن

Volevate vedere Bin Laden morto, ed eccovi accontentati, ed ora ?
Siete contenti, siete felici, lo sapevate che la famiglia Bush e la famiglia Bin Laden hanno avuto interessi economici insieme ? La missione non era di catturarlo, ma di ucciderlo. Non è per caso che lo hanno ucciso per non farlo parlare...

La morte non è niente. Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora. Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza. La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza. Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo. Rassicurati, va tutto bene. Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata. Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.

mercoledì 4 maggio 2011

The Doors - Strange Days


Strange days have found us
Strange days have tracked us down
They're going to destroy our casual joys
We shall go on playing or find a new town

Strange eyes fill strange rooms
Voices will signal their tired end
The hostess is grinning
Her guests sleep from sinning
Hear me talk of sin and you know this is it

Strange days have found us
And through their strange hours
We linger alone
Bodies confused
Memories misused
As we run from the day
To a strange night of stone

Traduzione :
I giorni strani ci hanno trovato.
I giorni strani ci hanno scovato,
stanno andando a distruggere le nostre gioie casuali.
Noi dovremmo andare a giocare o a cercare una nuova città.

Gli strani occhi riempiono le strane camere,
le voci segneranno la loro stanca fine,
l'hostess sta sorridendo
i suoi clienti dormono a causa di un peccato,
mi senti parlare di un peccato
e tu sai che questo lo è.

I giorni strani ci hanno trovato
e durante le loro strane ore
noi tiriamo avanti da soli
i corpi confusi
le memorie maltrattate
come noi corriamo dal giorno
verso una strana notte di pietra.

The Doors - The Crystal Ship


The Doors - Crystal Ship

Before you sleep unto
Unconsciousness
Ìd like to have another kiss
Another flashing
Chanche at bliss
Another kiss
Another kiss
The days are bright
And filled with pain
Enclose me in your gentle rain
The time you ran
Was too insane
Wèll meet again
Wèll meet again
Oh tell me where
Your freedom lies
The streets are fields that never die
Deliver me from reasons why
Yoùd rather cry
Ìd rather fly
The crystal ship
Is being filled
A thousand girl
A thousand thrills
A million ways to spend your time
When we get back
Ìll drop a line

Traduzione di Nave di cristallo Tradotta da Kurzia

Prima che tu scivoli nel sonno
Dell'incoscienza
Vorrei avere un altro bacio
Un'altra risplendente
Opportunità di beatitudine
Un altro bacio
Un altro bacio
I giorni sono luminosi
E pieni di dolore
Avvolgimi nella tua dolce pioggia
Il tempo da cui sei fuggita
Era troppo insensato
Ci incontreremo ancora
Ci incontreremo ancora
Dimmi dove
Giace la tua libertà
Le strade sono campi che non muoiono mai
Salvami dalle ragioni per cui
Tu dovresti piangere
Ed io dovrei volare
La nave di cristallo
Sta per essere riempita
Mille ragazze
Mille brividi
Un milione di modi per passare il tempo
Quando torneremo
Ti scriverò

martedì 3 maggio 2011

George W.Bush = Bin Laden

Quando la famiglia Bin Laden faceva affari con la famiglia Bush
di Giancarlo Radice - Corriere della Sera
dal sito www.dagospia.com

In spagnolo, la seconda lingua del Texas, si dice «arbusto». In inglese si traduce «bush». Ed è proprio formando la compagnia petrolifera Arbusto Energy che il giovane George W. Bush, attuale presidente degli Stati Uniti, fa il suo debutto ufficiale nel mondo degli affari. E’ il 1978. Sono passati tre anni da quando ha terminato gli studi alla Harvard Business School. Fra i compagni d’avventura imprenditoriale c’è anche James Bath, suo vicino di casa, compagno di Air National Guard e amico intimo. Ma soprattutto Bath è un collaboratore di lungo corso della Cia e uomo di fiducia in America della famiglia reale saudita. Nella Arbusto Energy, non a caso, investono direttamente due fedelissimi della corona di Riad. I loro nomi: lo sceicco Salem Bin Laden, fratellastro di quell’Osama Bin Laden che sarebbe diventato più tardi il principe nero del terrorismo islamico, e Khaled Bin Mahfuz, uomo chiave dello scandalo Bcci e oggi ritenuto uno degli alleati chiave di Osama.

Ma quella fra i Bush e i Bin Laden è una saga che in realtà comincia a prendere forma molto prima. In Texas lo sceicco Muhammad Bin Laden, il patriarca, inizia a fare affari fin dai ’60. E nel 1968 muore in un misterioso incidente aereo. Poi il testimone passa al figlio Salem. Arriva in Texas nel 1973, costituisce ad Austin la compagnia aerea Bin Laden Aviation ed entra presto nei circoli che contano, fra alta finanza e politica locale. L’obiettivo è di stringere i legami necessari per arrivare a influenzare la politica Usa a favore degli interessi sauditi. La chiave d’accesso è George Bush, padre dell’attuale presidente, uomo collegato alla Cia fin dai tempi della Baia dei Porci nel ’61, poi nominato a capo della Cia nel ’76, salito alla Casa Bianca nell’81 come vice di Ronald Reagan e infine, presidente degli Stati Uniti dall’88 al ’92.
Così, fin dai primi anni ’70, le storie e gli interessi delle due famiglie s’intrecciano a più riprese. Non solo negli affari comuni in campo petrolifero e finanziario, ma soprattutto nelle vicende che hanno scandito la politica Usa e internazionale. Un esempio su tutti: l’ affaire Bcci, il più grande scandalo criminal-finanziario del secolo, un magma di connivenze che è servito a coprire le operazioni in Iran e nell’Iraq di Saddam Hussein, nel Nicaragua diviso fra Sandinisti e Contras come nell’Afghanistan dei mujaheddin. Ed è servito ad alimentare il riciclaggio di uno spaventoso flusso di denaro proveniente da traffico di droga e armi.

Un ruolo fondamentale nella liaison Bush-Bin Laden lo svolge proprio James Bath. All’epoca della Arbusto i suoi affari gravitano attorno a una serie di piccole compagnie aeree (ottime clienti della Air America, che si scopre poi essere una società di copertura della Cia). Ma Bath è anche molto altro: informatore della Cia, intermediario nella Bcci, uomo di fiducia in America di Bin Laden, Mahfuz e, in definitiva, della Corona saudita. E’ lui uno dei grandi finanziatori di quella Arbusto che più tardi, nell’82, George W. Bush trasforma in Bush Exploration Oil, poi fonde con altre compagnie e infine trasforma in Harken Energy, in una continua girandola di nuovi finanziamenti provenienti da paesi arabi come da personaggi del giro Bcci o fedelissimi di casa Bush come James Baker (ex segretario di Stato Usa).
A George W. Bush le attività industriali fruttano molto denaro, ruoli di primo piano nei consigli d’amministrazione e ricchi contratti di consulenza, anche se le attività, in realtà, vanno malissimo (per due volte la società arriva alle soglie del fallimento, ma viene sempre salvata dal consueto circolo di finanziatori). E fioccano le super-commesse. Come quella dell’89, quando il governo del Bahrein straccia improvvisamente un contratto con la Amoco e incarica la Harken di un mega-progetto di estrazione petrolifera off shore , ben sapendo che la Harken fino a quel momento non ha realizzato altro che qualche piccola estrazione di greggio di Oklahoma e Louisiana (mai in mare) e si trova in condizioni finanziarie disperate.

Solo un anno prima, nell’88, muore Salem Bin Laden. Anche lui in Texas. Anche lui precipitando in aereo in circostanze misteriose. Ma le «strade parallele» fra i Bush, Bath e le famiglie saudite non si fermano. Attraversano buona parte degli anni ’90, per poi scomparire progressivamente dai rapporti d’intelligence. In Afghanistan la guerra anti-sovietica è finita da un pezzo. La «pecora nera» della famiglia Bin Laden, Osama, è ormai la mente occulta del terrorismo internazionale. E George W. Bush comincia la sua marcia verso la Casa Bianca.

Dagospia.com 24 Settembre 2001

lunedì 2 maggio 2011

Morto... chi ?









Quale cadavere preferite ?

Foto Falsa... Foto fake...



Domanda è mai possibile che da vivo o da morto questo personaggio abbia la stessa fisionomia...notate la bocca...

Per non parlare dell'inclinazione della testa...

Questa immagine trasmessa da alcune tv pachistane rappresenterebbe il volto sfigurato di Osama Bin Laden. Non ci sono conferme ufficiali che si tratti del cadavere del leader di Al Qaeda. Ed è anche l'opinione degli utenti dei principali forum jihadisti presenti in internet, usati per veicolare la propaganda di Osama Bin Laden, che non credono alla notizia della morte del terrorista saudita. In particolare diversi utenti stanno confutando la veridicità della foto mostrata dalle tv pakistane per confermare la notizia dell'uccisione di Bin Laden, sostenendo che si tratti di una immagine già diffusa da alcuni siti arabi lo scorso dicembre e che il volto raffigurato non sia quello del leader di al-Qaeda. Anche secondo Peace Reporter la fotografia sarebbe in realtà un "falso clamoroso". "Si tratta - scrive il sito pacifista che mostra la foto - di una immagine evidentemente elaborata con un programma di editing di immagini, ripresa dal sito 'unconfirmedsources'. Il nome del file, peraltro, 20060923-torturedosama. jpg dovrebbe bastare a chiarire l'equivoco: si tratta di una foto del 23 settembre 2006 il cui nome è "Osama tortuato"

Osaba Bin Laden è morto ?



Osaba Bin Laden è morto ? Si o No ?

Secondo me è morto, ma da parecchio tempo...
La foto che hanno fatto vedere in tv è un falso...

La foto che è stata diffusa del volto di Obama caduto è in realtà un clamoroso falso. Si tratterebbe infatti di una versione editata da photoshop di una foto dello sceicco che era circolata già nel 2006 e il cui titolo diceva già tutto: 20060923-torturedosama. jpg. Tortured Osama era infatti un’elaborazione grafica del viso di Osama così come sarebbe stato se fosse caduto nelle mani degli americani. Ora che quella stessa foto di fantasia venga diffusa dai media pakistani per testimoniare la morte di Bin Laden sembra grottesco e toglie credibilità alla notizia.

La prima foto del cadavere di Osama mostrata da tutte le televisioni del mondo e ripresa dai principali siti di informazione e che potete vedere qui, è un falso clamoroso. Si tratta di una immagine evidentemente elaborata con un programma di editing di immagini, ripresa dal sito "unconfirmedsources". Il nome del file, peraltro, 20060923-torturedosama.jpg dovrebbe bastare a chiarire l'equivoco: si tratta di una foto del 23 settembre 2006 il cui nome è "osama torturato".

Ma volete la verità sull' 11 settembre....torturate W.Bush e lui vi dirà tutto...tra cui che la sua famiglia ha strette collaborazioni economiche con la famiglia di Bin Laden..