martedì 30 novembre 2010

Vieni via con me, elenco delle cose di cui siamo fatti



1. La lettera 22 di Indro Montanelli
2. La chitarra di Fabrizio De Andrè
3. Il cestino di piazza della Loggia a Brescia
4. Il megafono di Federico Fellini
5. La pipa di Luciano Lama
6. La borsa di Massimo D’Antona
7. La 500 di Luigi Calabresi
8. Gli occhiali spessi di Vittorio Foa
9. Il camice di Umberto Veronesi
10. L’ orologio della stazione di Bologna
11. Il microfono di Luigi Tenco
12. Il sorriso di Enrico Berlinguer
13. Gli scarpini di Roberto Baggio
14. La tonaca di don Lorenzo Milani
15. La bicicletta di Marco Biagi
16. La barba di Tiziano Terzani
17. Gli occhiali scuri di Pier Paolo Pasolini
18. L’aereo di Ustica
19. La spilla di Rita Levi Montalcini
20. Gli occhialini tondi di Alcide De Gasperi
21. La coppa del mondo del 1982
22. La costituzione italiana
23. Il ciak di Sergio Leone
24. Il pianoforte di Maurizio Pollini
25. Il taccuino di Ilaria Alpi
26. Il cappello di Luciano Pavarotti
27. Le pipe di Sandro Pertini e Enzo Bearzot
28. Le mani di Walter Bonatti
29. La Roma di Anna Magnani
30. L’Alfa Romeo di Tazio Nuvolari
31. Le mani di Eugenio Montale
32. La borraccia di Coppi e Bartali
33. Lo sguardo di Marcello Mastroianni
34. La sigaretta Alda Merini
35. Il papillon di Luigi Pirandello
36. La luna di Papa Giovanni
37. Gli occhi di Sofia Loren
38. La bombetta di Totò
39. La fascia di Anna Maria Ortese
40. Le rughe di Italo Calvino
41. I macaroni di Alberto Sordi
42. Gli occhiali di Enzo Ferrari
43. Il caffè di Eduardo De Filippo
44. Le sopraciglia di Alberto Moravia
45. La malinconia di Aldo Moro
46. La grazia di Roberto Benigni
47. La voce di Vittorio De Sica
48. La mehari di Giancarlo Siani
49. Il dolore di Primo Levi
50. La sciarpa di Walter Tobagi







domenica 28 novembre 2010

Il bello della città di Bari





Con questo post inizierò a parlare della città di BARI.
Perchè la città di Bari è unica ?
Iniziamo a parlare del suo mare...e del suo utilizzo.
C'è chi pesca e c'è chi fa sport. Un nuovo sport : il SUP
Si sta su una tavola simile a quella del surf e si pagaia contro corrente in piedi come gondolieri.
Tornando a casa mi sono fermato con mia figlia a vedere questo sport.






Ed ecco un piccolo video...quando mi riferisco l'ha presa, mi riferisco all'onda...

sabato 27 novembre 2010

Gran Turismo 5




Come mai ho comprato il gioco Gran Turismo 5 per PS3 ?

Perchè è un bellissimo gioco !!!

giovedì 25 novembre 2010

Fede: "Gentaglia,menateli !!!"




Emilio Fede, al TG4, commentando le immagini degli scontri del 24 novembre tra studenti e polizia a Palazzo Madama ha commentato: "il popolo civile quale noi siamo dovrebbe intervenire e menarli perchè questi capiscono solo di essere menati".

Una persona pubblica non dovrebbe esprimere opinioni di questo tipo.
La violenza genera violenza.
Per il momento è l'unico che è stato menato...per questioni di escort...

Un popolo civile invece dovrebbe stanziare soldi per la scuola pubblica, per la ricerca, per la famiglia e non per pagare le escort, le scorte inutili, le macchine blu, gli aerei di stato per Apicella...

martedì 23 novembre 2010

Beppe Grillo a Terzigno

fonte : Beppe Grillo

"Ieri sera ero a Terzigno. Ho detto qualche parola di conforto alla popolazione, ho spiegato che tutta l'Italia è ormai una grande Terzigno, dall'inceneritore di Riso Scotti Energia di Pavia, ai rifiuti tossici sepolti nel quartiere Santa Giulia a Milano. E' un problema di sistema che non può essere risolto dalle cariche della polizia o dalle ordinanze comunali. I rifiuti sono una risorsa per i partiti, per i costruttori di inceneritori, per chi gestisce le discariche, per chi incassa il CIP6 dalle nostre bollette, per chi crea dal nulla la spazzatura attraverso migliaia di contenitori inutili, per chi si oppone ai detersivi e agli alimenti sfusi, per chi non vuole il riciclo dei materiali. Il degrado del Paese è un business per il sistema industriale marcio che ci troviamo, per le banche che lo finanziano, per politici che trasformano le emergenze in potere e in tangenti. Per risolvere il problema dei rifiuti bisogna cambiare il Paese, ognuno può fare la sua parte. Terzigno può diventare un simbolo del cambiamento."


Corrado Guzzanti da "Vieni Via Con Me"

Che devo dire...Fantastico !!!

Ora voglio anche Luttazzi...

giovedì 18 novembre 2010

La Scuola Italiana....cade a pezzi...


L'ultima finanziaria assegna 120 milioni di euro per ristrutturare edifici scolastici. I criteri? Ognuno li spende come vuole.

Io contesto invece il perdiodo in cui andrebbero fatti i lavori.

E' normale iniziare i lavori durante l'anno scolastico, anzichè effettuarli nel periodo di chiusura ?

Vedete la foto e decidete voi....

martedì 16 novembre 2010

AAA Cercasi Trasparenza in Politica...

Cercasi avvenente signorina ben fornita intraprendente, giovane brillante, ma più di ogni altra cosa dolce e conseziente...
Cercasi apprendista, virtuoso onesto imprenditore garantista offre a donzelle in carriera un oppurtinità di ascesa inaudita, donna giovane illibata (AAA CERCASI) donna usata già rodata,( AAA CERCASI) donna sicula o padana oriunda clandestina, aaa vediamo come balli a suon di samba o cha cha a colpo d'occhio sei portata e molto telegenica ma forse ti interessa più la musica...
Cercasi badante, un ottantenne miliardario affascinante, offre a cagne di strada un' opportunità di vita più agiUata, donna ipenitente e ladra, donna santa e incesurata deceduta il giorno prima basta che sia bona...
come baceresti se dovessi fare cinema scena prima ciak motore azione poi si gira o forse ti interessa la politica, ministro degli affari a luci rosse o di cosmetica al giorno d'oggi tra i due sessi non vi è differenza il bel paese premia chi più merita...
come cantaresti "anima mia" o finchè la barca va al primo ascolto sembri assai portata per la lirica o forse ti interessa l'astrofisica?


I valori di sinistra e destra di scena a "Vieni via con me"



I valori di sinistra e destra di scena a "Vieni via con me"

BERSANI
"La sinistra è l'idea che se guardi il mondo con gli occhi dei più deboli puoi fare davvero un mondo migliore per tutti. Abbiamo la più bella Costituzione del mondo. La si difende ogni giorno e il 25 aprile si fa festa". Inoltre "nessuno può stare bene da solo. Stai bene se anche gli altri stanno un po' bene. Se pochi hanno troppo e troppi hanno poco l'economia non gira perché l'ingiustizia fa male all'economia. Ci vuole un mercato che funzioni, senza monopoli, corporazioni e posizioni di dominio. Ma ci sono beni che non si possono affidare al mercato: la salute, l'istruzione, la sicurezza. Il lavoro non è tutto, ma questo può dirlo solo chi il lavoro ce l'ha. Il lavoro è la dignità di una persona. Sempre. E soprattutto quando hai trent'anni e hai paura di passare la vita in panchina. Ma chiamare flessibilità una vita precaria è un insulto. E allora un'ora di lavoro precario non può costare meno di un'ora di lavoro stabile".

"Chi non paga le tasse mette le mani nelle tasche di chi è più povero di lui. E se 100 euro di un operaio, di un pensionato o di un artigiano pagano di più dei 100 euro di uno speculatore, vuole dire che il mondo è capovolto. Davanti a un problema serio di salute non ci può essere né povero né ricco, né calabrese né lombardo né marocchino. L'insegnante che insegue un ragazzo per tenerlo a scuola è l'eroe dei nostri tempi. Indebolire la scuola pubblica vuol dire rubare il futuro ai più deboli". E ancora: "La condizione della donna è la misura della civiltà di un Paese. Calpestarne la vita è l'umiliazione di un Paese".

"Dobbiamo lasciare il pianeta meglio di come l'abbiamo trovato perché non abbiamo il diritto di distruggere quello che non è nostro. E l'energia va risparmiata e rinnovata sgombrando la testa da fanta-piani nucleari. Il bambino figlio di immigrati che è nato oggi non è né immigrato né italiano. Dobbiamo dirgli chi è. Lui è un italiano. Se devo morire attaccato per mesi a mille tubi, non può deciderlo il Parlamento. Perché un uomo resta un uomo con la sua dignità anche nel momento della sofferenza e del distacco. C'è un modo per difendere la fede di ciascuno, per garantire le convinzioni di ciascuno, per riconoscere la condizione di ciascuno. Questo modo irrinunciabile si chiama laicità. Per guidare un'automobile, che è un fatto pubblico, ci vuole la patente, che è un fatto privato. Per governare, che è un fatto pubblico, bisogna essere persone perbene, che è un fatto privato".

"Infine chi si ritiene di sinistra, chi si ritiene progressista deve tenere vivo il sogno di un mondo in pace, senza odio e violenza, e deve combattere contro la pena di morte, la tortura e ogni altra sopraffazione fisica o morale. Alla fine, essere progressisti significa combattere l'aggressività che ci abita dentro; quella del più forte sul più debole, dell'uomo sulla donna, di chi ha potere su chi non ne ha. E' prendere la parte di chi ha meno forza e meno voce".

FINI
"Per la destra è bello, nonostante tutto, essere italiani perché è un piccolo privilegio, a Milano come a Palermo la nostra patria ha un patrimonio paesaggistico e culturale che il mondo ci invidia. Anche per questo, anche nel 2010, essere di destra vuol dire innanzi tutto amare l'Italia, avere fiducia negli italiani, nella loro capacità di sacrificarsi, di lavorare onestamente e pensare senza egoismi al futuro dei propri figli, di essere solidali e generosi, perché per la destra sono generosi innanzi tutto i nostri militari che in Afghanistan ci difendono dal terrorismo, come lo sono le centinaia di migliaia di nostri connazionali che ogni giorno e gratis fanno volontariato per aiutare gli anziani, gli ammalati, i più deboli".

La destra ritiene "solidali e quindi meritevoli di apprezzamento le imprese e le famiglie che danno lavoro agli immigrati onesti, i cui figli domani saranno anch'essi cittadini italiani perché la patria non è più solo terra dei padri. Ma oggi nel 2010, per crescere insieme unito, il nostro popolo non può confidare solo sulla sua proverbiale e generosa laboriosità, gli italiani hanno bisogno di istituzioni politiche autorevoli, rispettate, giuste. Per questo destra vuol dire senso dello Stato e dell'etica pubblica, cultura dei doveri. Per la destra lo Stato deve essere efficiente ma non invadente, spendere bene il denaro pubblico senza alimentare burocrazie e clientele, per la destra solo lo Stato deve garantire che legge è uguale per tutti, che deve combattere gli abusi e il malcostume, deve valorizzare l'esempio degli italiani migliori. Per questo bisognerebbe insegnare fin dalla scuola che due magistrati come Falcone e Borsellino sono davvero eroi e che sarà grazie al loro sacrificio che un giorno la nostra Italia sarà più pulita, più libera, più bella, più responsabile, attenta al bene comune, più consapevole della necessità di garantire che chi sbaglia paga e chi fa il suo dovere viene premiato".

"La destra sa che senza autorevolezza e buon senso delle istituzioni, senza autorità della legge, senza democrazia trasparente ed equilibrata nei suoi poteri non c'è libertà ma anarchia, prevalenza dell'arroganza e furbizia a discapito dell'uguaglianza dei cittadini. Per la destra l'uguaglianza tra i cittadini va garantita nel punto di partenza, al Nord come al Sud, a uomini e donne, ai figli degli imprenditori, degli impiegati e degli operai. Da questa vera uguaglianza delle opportunità la destra vuol costruire una società in cui merito e capacità siano i soli criteri per selezionare una classe dirigente. La destra vuole un paese in cui chi lavora di più, e meglio, viene pagato di più, un paese in cui chi studia va avanti, in cui chi merita ottiene maggiori riconoscimenti".

Punta Perotti




Secondo voi è meglio con o senza Punta Perotti ?




Tutti abbiamo voluto l'abbattimento di Punta Perotti, nessuno escluso...

lunedì 15 novembre 2010

Il Volo dei gabbiani




Il volo dei gabbiani

L'acqua era calma come l'olio, ma a mio parere sembrava agitata.
Non era una semplice impressione, ma una predizione vera e propria.
Mi capitava sempre più spesso di prevedere il futuro.
 
Ricordo quando riuscii a salvare una ragazza da un incidente stradale; però pensai subito di non aver fatto bene a salvarla, perché era come cambiare il corso alla storia.
Aspettai poco e mi accorsi di aver azzeccato di nuovo, infatti il mare iniziò ad agitarsi.
Vivevo ormai da qualche anno come un eremita, lasciando alle spalle una normale vita, per una vita da barbone, in giro per il mondo, alla ricerca del mio destino.
Tempo addietro, pensai di ricercare il mio destino nella Fede, ma lassù nessuno aveva compassione di me.
 
Ogni volta che mi concentravo e riuscivo a predire il futuro, sentivo che una parte di me moriva contemporaneamente.
Ora mi trovavo in riva al mare, perché forse il contatto con la natura, avrebbe aiutato a rilassare la mia mente.
Era molto rilassante essere accarezzato da quel vento tiepido; il mio sguardo si posò su dei gabbiani in volo.
 
Era fantastico, i gabbiani volavano contro vento, senza muovere le ali.
Avrei potuto avere una vita agiata come la loro, predicendo il futuro alla gente, avrei vissuto di rendita, ma questo non era il mio destino.
L'aria di mare mi stava dando un certo effetto sulla pelle.
Mi resi conto che la mia pelle stava subendo una trasformazione, mi stavano spuntando le piume.
Per la prima e ultima volta nella mia vita, mi predissi il futuro.
 
Uno sbaglio fatale era stato commesso alla mia nascita, forse chi era destinato a questo, era stato indeciso su chi sarei dovuto essere, ed ora lo sapevo, sarei dovuto essere un gabbiano ed ora lo stavo diventando.
Sarei vissuto per sempre con la natura.
Stavo volando, un volo che mi ricordò per l'ultima volta, la mia vita da uomo.


Domenico, Dante De Renzo


domenica 14 novembre 2010

La Polizia è di Destra o di Sinistra ?


http://www.beppegrillo.it/2010/11/poliziotti_con_la_carta_di_identita.html

Il manganello è un'arma ignobile e classista. Ignobile perché colpisce cittadini inermi che hanno il solo torto di manifestare. Classista perché è usato solo su studenti, operai, persone comuni che protestano a favore degli immigrati come a Brescia o della propria terra come a Terzigno e in Val di Susa. Mai il manganello si è abbattuto su un politico, un banchiere, un industriale con le pezze al culo del club di Confindustria. Non ricordo neppure un mafioso che sia stato preso a manganellate in pubblico. L'uso del manganello va proibito. Come è possibile picchiare, rimanendo impuniti, sulla pubblica piazza, persone incensurate, le stesse che mantengono il poliziotto manganellatore con le loro tasse? Picchiare ragazzi e anziani senza neppure poter essere riconosciuti è incivile. Va abolito l'uso del manganello e va introdotto il numero di riconoscimento sul casco dei poliziotti come avviene nel resto d'Europa. Poliziotti con la carta di identità.


No al Nucleare !!!



La Consulta boccia leggi regionali. Violate competenze dello Stato.

Secondo i giudici costituzionali, sono illeggittime le leggi con cui Puglia, Campania e Calabria hanno vietato impianti nucleari e stoccaggio di rifiuti radioattivi sul loro territorio. Gli stessi giudici, bocciando la scorsa estate i ricorsi di 10 Regioni contro la legge delega per il ritorno del nucleare, avevano sottolineato il necessario coinvolgimento delle Regioni da parte del Governo.

Vorrei capire una cosa.
Vogliono il federalismo, più autonomia alle Regioni.
Allora sia ben chiaro, la Puglia non vuole il nucleare...
Io propongo anzi di istituire la frontiera attorno alla nostra bella regione, e quando qualcuno del Nord, vuole venire da noi in Estate, sulle nostre belle spiagge, oppure a mangiare i nostri bei piatti culinari, oppure a visitare i Trulli od altro, devono pagare la tassa di ingresso.
Naturalmente chi viene da un altra nazione l'entrata è gratis !!!

Il figlio di Bossi ha affermato che è fiero di non essere mai sceso al di sotto di Roma sottolineando con estrema convinzione che mai lo farà...MA CHI CAZZO TI VUOLE !!!
Per entrare in Puglia è obbligatorio il Diploma, per questo non lo farai mai !!!

IN NATURA ESISTE L’ASINO PADANO.

IL FIGLIO DI BOSSI E’ UN SOMARO.

Non si è presentato a scuola a vedere il tabellone

Renzo Bossi bocciato per la terza volta all’esame di maturità

Dopo il ricorso al Tar il figlio del leader del Carroccio non ha superato l’esame orale sostenuto da privatista al liceo scientifico del Collegio Arcivescovile Bentivoglio di Tradate, in provincia di Varese.

Ma sapete quanto guadagna al mese questo somaro ?

Perchè Renzo Bossi deve guadagnare 12 mila euro al mese?

Eh già,il piccolo ignorante,bocciato 3 volte,di casa Bossi fa il portaborse in europa per la modica cifra di 12.000 euro al mese!Quindi il messaggio che da la Lega Nord e'"Puoi studiare per tutta la vita e prendere 110 e lode,ma non vali un cazzo se non sei raccomandato"!!!

Alla faccia della meritocrazia e di tutti i precari e disoccupati italiani.per chi non lo sapesse è stato nominato membro di un osservatorio x l'expo 2015

giovedì 11 novembre 2010

L'Italia va a puttane...


Bellissima foto, che fa capire che l'Italia sta andando a puttane...nel senso vero della parola...

fonte: http://www.repubblica.it/politica/2010/11/11/foto/il_comunicato_gaffe_del_ministero_mai_parlato_di_puttanelle-8994626/1/?ref=HREC1-2

Sta facendo il giro di internet una curiosa nota stampa apparsa il 9 novembre sul sito del Ministero dell'Economia e delle finanze (http://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/?idc=25597). Ecco il testo: "La notizia battuta da una agenzia di stampa secondo cui Il ministro Tremonti e l'on. Casini avrebbero parlato di "puttanelle", è assolutamente falsa". Il tutto vergato con i massimi crismi dell'ufficialità. E senza alcun apparente segno di autoironia

Impunità, arroganza, servilismo, nepotismo...



Fonte : http://stopthecensure.blogspot.com/2010/11/istantanea-padana.html?ref=nf

Guardate attentamente la foto.

A essere cinici, si potrebbe pensare che i difetti di una certa politica siano tutti qui. C’è l’arroganza del capo che, in barba alla legge, fuma tranquillamente il suo sigaro al chiuso, in un locale pubblico e durante un incontro istituzionale. C’è il braccio destro del capo che, invece di ricordare a quest’ultimo che sarebbe bene spegnere il sigaro, gli regge il portacenere. E c’è il figlio del capo che non ha avuto bisogno di meriti particolari, a parte essere il figlio del capo, per raggiungere e frequentare assiduamente le stanze del potere.
Impunità, arroganza, servilismo, nepotismo. A essere cinici o, secondo i punti di vista, moralisti, si potrebbe dire che sono tutti in questa foto i vizi capitali della politica in Italia. O forse, a esserlo davvero, si potrebbe notare che quei vizi hanno raggiunto la Padania e la sua classe dirigente, che era nata proprio per abbatterli.

Io commento invece così:
Questa è la merd della merd italiana.
Ops ! Ho sbagliato la crem della crem italiana.
Crema marrone = Merda

Non basta non commettere ingiustizia, ma bisogna opporsi all'ingiustizia...


Vorrei ricordare che le bugie hanno le gambe corte...

Il magistrato dei minori parla del caso Ruby.
Balle l'assenza di posti in comunità.
Il ministro ha detto che gli atti di quella notte ci sono stati trasmessi, in realtà sono arrivati con moltissimo ritardo.
La funzionaria della Questura sembrava sotto pressione...

Cosa è l'abuso di potere ?

L´abuso di potere è un fatto gravissimo perché distrugge una comunità politica trasformando i cittadini in sudditi...

L'abuso di potere è legato anche al Mobbing.




MOBBING SUL POSTO DI LAVORO


Questo documento è stato pubblicato nel 2002 sulla rivista FACTS n° 23 nell'ambito della settimana di prevenzione dello stress lavorativo. Data la sua esaustività e completezza, abbiamo deciso di pubblicarlo perché riesce a dare in poche righe un chiaro quadro del fenomeno e delle concrete indicazioni su come riconoscerlo ed affrontarlo.

Introduzione
Il mobbing sul posto di lavoro rappresenta un problema rilevante per la manodopera europea. I costi sono considerevoli, sia per il lavoratore che per l'organizzazione. Il mobbing dovrebbe essere considerato inoltre un comportamento non etico, oppressivo e pertanto inaccettabile nell'ambiente di lavoro. La prevenzione del mobbing sul posto di lavoro è uno degli obiettivi contenuti nella comunicazione della Commissione europea1 riguardante una nuova strategia per la salute e la sicurezza sul lavoro.

Che cos'è il mobbing?
Non c'è una definizione univoca di mobbing che sia internazionalmente riconosciuta. Un esempio di definizione è il seguente:
"il mobbing sul posto di lavoro consiste in un comportamento ripetuto, irragionevole, rivolto contro un dipendente o un gruppo di dipendenti, tale da creare un rischio per la salute e la sicurezza".
In questa definizione:
"comportamento irragionevole" sta ad indicare un comportamento che, secondo una persona ragionevole e tenuto conto di tutte le circostanze, perseguita, umilia, intimidisce o minaccia; "comportamento" comprende le azioni di singoli individui o di un gruppo. Si può far uso di un certo sistema di lavoro per perseguitare, umiliare, intimidire o minacciare;
"rischio per la salute e la sicurezza" comprende il rischio alla salute mentale o fisica del lavoratore dipendente. Il mobbing spesso implica uno sviamento o abuso di potere, nel qual caso la vittima del mobbing può incontrare difficoltà nel difendersi. Il mobbing può comportare aggressioni sia verbali che fisiche, così come atti più subdoli come la denigrazione del lavoro di un collega o l'isolamento sociale. Il mobbing può comprendere la violenza, sia fisica che psicologica.

Il mobbing è un grosso problema? Chi ne è colpito?
Chiunque, in qualsiasi organizzazione, può essere vittima del mobbing. I risultati di un sondaggio condotto nell'UE mostrano che il 9% dei lavoratori europei, pari a 12 milioni di persone, segnalano di essere stati vittime di mobbing nel 2000 per un periodo di 12 mesi. Si registra comunque un'ampia variazione nella prevalenza segnalata del mobbing nei vari Stati membri dell'UE. È possibile che queste differenze non dipendano soltanto da differenze nel verificarsi del fenomeno, bensì anche a differenze culturali nell'attenzione dedicata al mobbing ed alla sua conseguente segnalazione. La prevalenza del mobbing è massima nei posti di lavoro dove la domanda che ricade sull'individuo è alta, mentre è basso il grado di controllo che l'individuo stesso può esercitare sul proprio lavoro, alzando il livello dell'ansia.

Perché si verifica il mobbing?
Si possono distinguere due tipi di mobbing:
1) quale conseguenza dell'escalation di un conflitto interpersonale;
2) quando la vittima non è coinvolta in un conflitto, ma si trova accidentalmente in una situazione in cui vengono compiuti atti di aggressione da parte di un "mobber".

Fare della vittima un "capro espiatorio" è un esempio di questo tipo di mobbing.

Alcuni fattori suscettibili di aumentare la probabilità del mobbing comprendono:

1. una cultura organizzativa che tollera il mobbing o non lo riconosce come un problema;
un cambiamento repentino nell'organizzazione; o 2. l'insicurezza del posto di lavoro;
3. la scarsa qualità del rapporto tra il personale e la direzione, nonché un basso livello di soddisfazione nei confronti della leadership;
4. la scarsa qualità del rapporto tra i colleghi;
5. i livelli estremamente elevati delle richieste che vengono avanzati al lavoratore;
6. una politica del personale carente e valori comuni insufficienti;
7. un aumento generalizzato del livello di stress legato all'attività lavorativa;
8. conflitti di ruolo.

Inoltre, il mobbing può subire un'escalation a causa di fattori individuali e situazionali, come discriminazione, intolleranza, problemi personali ed uso di droghe o alcool.

Quali sono le conseguenze?
Per le vittime del mobbing, le conseguenze possono essere rilevanti. Sono stati riscontrati sintomi a carico della salute fisica, mentale e psicosomatica: per esempio, stress, depressione, calo dell'autostima, autobiasimo, fobie, disturbi del sonno, problemi digestivi e muscoloscheletrici. Tra le vittime del mobbing sono comuni anche disturbi da stress di carattere post-traumatico, simili ai sintomi che si manifestano dopo esperienze traumatiche di altra natura, quali disastri o aggressioni. Questi sintomi possono persistere per anni dopo gli avvenimenti che li hanno originati.
Altre conseguenze possono essere l'isolamento sociale, l'insorgere di problemi familiari o finanziari a causa dell'assenza o dell'allontanamento dal lavoro.
A livello organizzativo, i costi del mobbing possono consistere in un maggior assenteismo e rotazione del personale, nonché minor efficacia e produttività, non soltanto per le vittime del mobbing, ma anche per gli altri colleghi, che risentono del clima psicosociale negativo dell'ambiente di lavoro. Possono essere alte anche le richieste di danni legali conseguenti a casi di mobbing.

Come prevenire il mobbing sul posto di lavoro?
La prevenzione del mobbing è un elemento chiave se si vuole migliorare la vita lavorativa ed evitare l'emarginazione sociale. Importante intervenire tempestivamente contro un ambiente di lavoro devastante; i datori di lavoro non devono aspettare che siano le vittime a lamentarsi. Talvolta, comunque, può essere difficile distinguere tra il mobbing ed il conflitto interpersonale. Una strategia a due livelli potrebbe essere la strategia più efficace, con sforzi specifici diretti contro il mobbing e contemporaneamente miglioramenti apportati all'ambiente di lavoro psicosociale.
Il coinvolgimento in tale strategia dei lavoratori e dei loro rappresentanti sarà cruciale per il suo successo.
Miglioramento generalizzato dell'ambiente di lavoro psicosociale :
A) dare ai singoli lavoratori la possibilità di scegliere le modalità di esecuzione del proprio lavoro;
B) diminuire l'entità delle attività monotone e ripetitive;
C) aumentare le informazioni concernenti gli obiettivi;
D) sviluppare uno stile di leadership;
E) evitare definizioni imprecise di ruoli e mansioni.

Sviluppo di una cultura organizzativa i cui standard e valori siano contro il mobbing:
A) una consapevolezza, da parte di tutti, del significato del mobbing;
B) indagare l'estensione e la natura del fenomeno; C) formulazione di una politica;
D) distribuire/comunicare efficacemente gli standard ed i valori dell'organizzazione a tutti i livelli organizzativi, per esempio tramite manuali destinati al personale, riunioni informative, bollettini;
E) fare in modo che gli standard ed i valori dell'organizzazione siano noti ed osservati da tutti i lavoratori dipendenti;
F) migliorare la responsabilità e la competenza del management per quanto riguarda la gestione dei conflitti e la comunicazione;
G) stabilire un contatto indipendente per i lavoratori;
H) coinvolgere i dipendenti ed i loro rappresentanti nella valutazione del rischio e nella prevenzione del mobbing.

Formulazione di una politica contenente orientamenti chiari per interazioni sociali positive, fra cui:
A) sollecitare l'impegno etico dei datori di lavoro e dei lavoratori dipendenti a creare un ambiente in cui non ci sia posto per il mobbing;
B) delineare i tipi di azione che sono accettabili e quelli che non lo sono;
C) esporre le conseguenze dell'infrazione degli standard e dei valori dell'organizzazione, con le relative sanzioni;
D) indicare dove e come le vittime possono trovare un aiuto;
E) impegnarsi ad impedire che i fatti segnalati producano "rappresaglie";
F) spiegare la procedura per segnalare gli episodi di mobbing;
G) chiarire il ruolo di dirigenti, supervisori, colleghi di contatto/supporto, rappresentanti sindacali;
H) dettagliare i servizi di consulenza e di supporto disponibili, per la vittima e per chi pratica il mobbing;
I) mantenere la riservatezza.

Legislazione
La Commissione europea ha introdotto alcune misure per garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori. La direttiva 89/391 del Consiglio del 1989 contiene le disposizioni di base per la salute e la sicurezza sul lavoro ed attribuisce ai datori di lavoro la responsabilità di garantire che i lavoratori dipendenti non soffrano danni per colpa del lavoro, anche come conseguenza del mobbing. Tutti gli Stati membri hanno recepito questa direttiva nel loro ordinamento ed alcuni hanno anche elaborato delle guide sulla prevenzione del mobbing. Seguendo l'approccio contenuto nella direttiva per l'eliminazione o la riduzione del mobbing, i datori di lavoro, in consultazione con i lavoratori e i loro rappresentanti, dovrebbero:
A) mirare ad impedire il mobbing;
B) valutarne i rischi;
C) agire in maniera adeguata per prevenire i danni.
Il mobbing è citato nella guida della Commissione europea sullo stress legato all'attività lavorativa. Il Parlamento europeo ha inoltre approvato una risoluzione sul mobbing sul posto di lavoro.
Il Parlamento europeo:
"esorta gli Stati membri a rivedere e, se del caso, a completare la propria legislazione vigente sotto il profilo della lotta contro il mobbing e le molestie sessuali sul posto di lavoro, nonché a verificare e ad uniformare la definizione della fattispecie del mobbing."
Raccomanda:
1. agli Stati membri di fare in modo che le organizzazioni private e pubbliche, nonché le parti sociali, attuino politiche di prevenzione efficaci;
2. l'introduzione di un sistema di scambio di esperienze;
3. l'individuazione di procedure atte a risolvere il problema per le vittime e ad evitare sue recrudescenze;
4. la messa a punto di un'informazione e di una formazione di lavoratori dipendenti, del personale di inquadramento, delle parti sociali e dei medici del lavoro, sia nel settore privato che nel settore pubblico.

Attualmente pochi paesi europei hanno adottato una legislazione specifica in materia di mobbing sul posto di lavoro. In una serie di paesi, tuttavia, una legislazione in tal senso è allo studio o in via di preparazione, mentre alcuni paesi hanno adottato delle misure di carattere regolamentare sotto forma di carte sociali, linee guida e risoluzioni.

Fonte: http://agency.osha.eu.int

martedì 9 novembre 2010

Il Pappone Lele Mora ad Arcore con due "ragazze"

Due video esclusivi, pubblicati da Oggi.it e di cui riportiamo un estratto, alimentano le polemiche sulla sicurezza del premier: i filmati mostrano l'assenza di controlli all'entrata di Villa San Martino all'arrivo di Lele Mora in compagnia di due ragazze

I video documentano in maniera integrale il tragitto tra viale Monza a Milano, dove si trova il quartier generale di Mora, e Villa San Martino ad Arcore, in due diverse serate, quella del 4 e del 12 luglio

Ma la cosa che mi fa più schifo è il via vai di puttane...

Roberto BENIGNI: "Silvio non ti dimettere!!!" - "Vieni via con me" di Fabio FAZIO e Roberto SAVIANO

Senza Parole !!!

lunedì 8 novembre 2010

E' nato prima l'uovo o la gallina ?




Noi e l'infinito, alcune domande sulla genesi delle cose:

E' nato prima Andreotti o la P2?
E' nato prima Berlusconi o Dell'Utri?
E' nata prima la supercazzola o Paolo Flores D'Arcais?
E' nato prima il Gran Puttaniere o le puttane?
E' nato prima il finanziamento pubblico ai giornali o Carlo De Benedetti?
E' nato prima l'inceneritore finanziato dal CIP6 o il rifiuto tossico?
E' nato prima il debito pubblico o Tremorti e Craxi?
E' nata prima l'Italia o la massoneria?
E' nata prima la mafia o l'Unità d'Italia?
E' nata prima la cassa integrazione o i profitti della Fiat?
E' nato prima Minzolini o i leccaculo?
E' nato prima Napolitano o il Lodo Alfano?
E' nato prima Veltroni o l'insostenibile leggerezza dell'essere?
E' nato prima Fini o il massacro del G8 di Genova?
E' nato prima Tronchetti o lo spionaggio della CIA in Italia?
E' nata prima la Padania o Boss(ol)i?
E' nato prima Umberto Veronesi o Homer Simpson?

http://www.beppegrillo.it/2010/11/luovo_la_gallina_e_luniverso/index.html

mercoledì 3 novembre 2010

Lunazioni Novembre 2010 (Kremmerz)



Mese di Novembre 2010

Costellazioni di Scorpione e Sagittario.
Decani : Venere, Mercurio e Luna di Scorpione.
Luna e Saturno di Sagittario.

Fase del Novilunio: 6 Novembre – ore 5,52.

Terza luna delle 8 osiridee e la chiamavano Muthrad che vuol dire l’unione. E’ luna di pace. Luna di unione. Luna prolifica. L’Anonimo Napolitano dice che questa è luna di figliolanza. Una gran tendenza per le donne ad incingere. Luna favorevole agli affari e commerci di danaro. Luna preziosa per tutti i poveri che sanno intrigare e farsi avanti. Luna contraria alle donne che non trovano innamorati. Ha due giorni faustissimi: il 5° e il 24°. Ha 12 giorni fausti: il 3°, il 6°, l’8°, il 9°, il 12°, il 14°, il 16°, il 17°, il 19°, il 20°, il 25°, il 27° - gli altri tutti buoni.

Primo ciclo
Puntata ex 198
Estratto del cervello, estratti delle glandole tiroidi – questi sono i due medicamenti essenziali di questa luna. E sono contro le malattie nervose, i capogiri, l’apoplessia, l’epilessia, le malattie dei testicoli e dell’utero.

Secondo ciclo
Puntata ex 194
Profumo: La mirra.
Pietra: Il rubino.
Colore: Il rosso granato.
Cibi: In generale tutti i vegetali, ma con maggiore efficacia i vegetali e i legumi ben cotti al fuoco vivo. Frutta cotta.

martedì 2 novembre 2010

Meglio essere Vendola che Berlusconi

Meglio essere gay che un pirla di nome Berlusconi...

The Walking Dead



Ieri ho visto per la prima volta la prima puntata di questa serie.
Che devo dire : Bellissima !!!

Uno sceriffo contro i morti viventi. Partirà la notte del 31 Ottobre in USA la prima stagione di The Walking Dead, telefilm a tema zombie prodotto da Frank Darabont (sua la regia del primo episodio) e dal creatore dell'omonima serie a fumetti della Image Comics, Robert Kirkman (sfoglia il primo numero della serie).

Darabont è sempre stato un grande amante dell'horror ed estimatore di Stephen King (a parte The Majestic, ha diretto ben tre film: Le ali della libertà, Il miglio verde e The Mist, proprio dai romanzi del re del brivido).

The Walking Dead racconta il viaggio alla ricerca di un rifugio di un gruppo di sopravvissuti a un mondo abitato dai morti viventi. I superstiti vengono guidati dall'ufficiale di polizia Rick Grimes (l'attore inglese Andrew Lincoln - Love Actually, Gangster No. 1, la serie tv Afterlife).
Accanto a lui sua moglie Lori (Sarah Wayne Callies - Prison Break) il collega Shane (Jon Bernthal -il telefilm voluto da Spielberg The Pacific, World Trade Center, The Ghost Writer) e Andrea (Laurie Holden - The Mist). Nel cast anche Emma Bell e Jeffrey DeMunn (Il miglio verde).

Kirkman si è dichiarato particolarmente soddisfatto del lavoro di Darabont (l'intervista di ZOMBIE Knowledge Base) ringraziandolo per la fedeltà nell'adattamento televisivo di quello che è considerato uno dei migliori fumetti horror contemporanei, pubblicato a partire dal 2003, illustrato da Tony Moore e Charlie Adlard e premiato con il prestigioso Eisner Award proprio quest'anno.

Gli spettatori americani vedranno la prima puntata la notte di Halloween, una data simbolica per la tv via cavo AMC che in ottobre offre agli spettatori americani la maratona horror Fearfest; qui in Italia vedremo i primi 6 episodi dal 4 novembre su Fox. Frank Darabont si è già dichiarato speranzoso riguardo a una possibile seconda stagione.




The Walking Dead - Trailer Official [VO]
Caricato da Lyricis. - Guarda gli altri video