martedì 24 aprile 2018

Coloro che uscirono con Mosè dall’Egitto erano ebrei?


Coloro che uscirono con Mosè dall’Egitto erano ebrei?

Analizzando i Targumim (Bibbia scritta in aramaico) gli studiosi Roger e Messod Sabbah (di famiglia rabbinica) giungono a conclusioni totalmente diverse da quelle ricavabili dalla Bibbia masoretica(Bibbia cattolica); conclusioni decisamente sconcertanti per i detentori e divulgatori di certezze: il racconto che se ne ricava ribalta totalmente ciò che si pensa di sapere sulle vicende del popolo ebraico.

Basti pensare che in quei testi (Es 2,6-7) si trova scritto che Mosè era un bimbo degli yahud, mentre nel codice masoretico, alla figlia del faraone che trova la cesta con il fanciullo viene fatto dire – dai redattori cosiddetti custodi della tradizione ebraica – che quello era un bambino degli ebrei (il termine yahud identificava una particolare casta di sacerdoti che operavano al tempo del faraone Akenathon: Mosè sarebbe quindi stato uno di loro).

Sempre secondo i fratelli Sabbah, il termine yahud sarebbe poi stato utilizzato, con una elaborazione tanto fantasiosa quanto falsa, per creare il mito della tribù di Giuda.

In Esodo 5,3 è Mosè stesso che sempre nei Targumim – afferma che a mandarlo è stato l’Elohim (il cosiddetto Dio) degli yahudae (plurale di yahud) mentre, ancora una volta, i masoreti scrivono che a inviarlo dal faraone sarebbe stato l’Elohim degli ‘ivrjim (ebrei).

Ma c’è qualcosa di ancora più sconcertante che scaturisce dal lavoro condotto sulla Bibbia aramaica: coloro che uscirono con Mosè dall’Egitto sarebbero stati esclusivamente egiziani appartenenti a tre caste sociali (alta classe militare, casta sacerdotale e popolino): dunque non gli ebrei, che in quel periodo pare non esistessero neppure come identità etnica definita, come conferma anche Lee I. Levine (Professor of Jewish History, Hebrew University, Gerusalemme) che rileva come quella identità sia in effetti il risultato di un processo svoltosi in tempi molto lunghi.

Tratto da "La Bibbia non è un libro sacro" di M.Biglino.


venerdì 20 aprile 2018

Trattativa Stato Mafia

 


Dopo l'arresto di Riina, avvenuto il 15 gennaio 1993, i boss avrebbero avviato una seconda Trattativa, con altri referenti, Bernardo Provenzano e Marcello Dell'Utri. 

Mentre le bombe mafiose esplodevano fra Roma, Milano e Firenze, un altro ricatto di Cosa nostra per provare a ottenere benefici. "Dell'Utri ha fatto da motore, da cinghia di trasmissione del messaggio mafioso", hanno accusato i pubblici ministeri. "Il messaggio intimidatorio fu trasmesso da Dell'Utri e recapitato a Berlusconi". 

E ancora: "Nel 1994, Dell'Utri riuscì poi a convincere Berlusconi ad assumere iniziative legislative che se approvate avrebbero potuto favorire l'organizzazione". 

All’esito di questa seconda trattativa, sosteneva l’accusa, sarebbe stato attenuato il regime del carcere duro.

 

domenica 15 aprile 2018

Grigori Grabovoi e le sequenze numeriche

 
Grigori Grabovoi è nato nel Kazakistan, nel 1963. Già all’età di 5 anni iniziò a sperimentare fenomeni che gli permettevano consapevolmente di guidare a suo piacimento determinate situazioni. Solo col passare del tempo riuscì a distinguersi per le sue capacità. Grabovoi studiò dapprima matematica e meccanica e in seguito prestò servizio presso l’ente aerospaziale dell’Uzbekistan. Diventò membro dell’Accademia Internazionale dell’Informazione, membro dell’Accademia Russa delle Scienze e consigliere del Servizio Federale Aereo Russo.

È stato insignito, inoltre, con più di 40 diplomi a riconoscimento per il suo eccellente lavoro nel campo delle scienze naturali e della medicina (vedi http://www.grabovoi.de/diplome.html), ha ricevuto la medaglia d’argento dall’Accademia Russa delle Scienze Naturali e la medaglia “Pietro il Grande” per lo sviluppo delle Scienze e dell’Economia in Russia.
 

Ecco come sviluppare la tecnica :
Indicazioni per l'uso delle Sequenze Numeriche di Grigori Grabovoi. Pilotaggio della realtà e ripristino cosciente del benessere psicofisico.

1. Invocazione iniziale (necessaria per permettere all'informazione di guarigione di partire dall'anima, passare dallo spirito ed arrivare alla coscienza, per modificare il campo informativo che si traduce in risultato nell'ambiente): “Io sono nella mia anima, auguro salvezza globale e sviluppo armonico e tutto ciò che desidero è ….. [visualizzare ciò che si vuole normalizzare ed armonizzare]....
2. Mentalmente immaginate una sfera di luce bianca del diametro di un metro, all'interno della quale metterete la sequenza che intendete utilizzare.
3. Comprimete questa sfera fino a farla diventare piccola quanto pallina da tennis e posizionatela in
un punto del vostro corpo, dove intuitivamente vi sembra più adatto.
4a. Per le malattie psicofisiche: una volta inserita la sfera con la sequenza dentro il vostro corpo, immaginate che la vibrazione della sequenza numerica (specifica per la vostra malattia) inizia pian
piano a riportare il vostro organismo alla norma, all'equilibrio stabilito dal Creatore.
5. Illuminate il risultato (cioè il vostro ologramma con la sfera all'interno, per esempio) immaginando che parta un raggio bianco dal plesso solare e che esca dal terzo occhio.
6. Illuminate con la Luce del Creatore, con una luce folgorante che proviene da davanti a voi, sullo
sfondo dell'anima del Creatore, immaginando un panorama immenso come più vi aggrada. Le parole da pronunciare sono: “Illumino questo risultato con la mia luce e con la luce del Creatore, sullo sfondo dell'anima del Creatore e fisso questo risultato con la luce del Creatore.” [Immaginate una luce verticale che “frizza” l'immagine facendola diventare una foto.
7. Imprimete su questa immagine la data e l'ora (affinché la normalizzazione avvenga da adesso).
8. Spedite questa immagine nell'infinito (per esempio la potete soffiare via nel cosmo)
9. Ringraziate.
4b. Per le situazioni di vita quotidiana (es. miglioramento della situazione finanziaria) immaginate di mettere la sequenza su una scena dove vi sentite ricchi. Ripetere tutti i passaggi come sopra ma senza spedire la “foto” nell'infinito.

Alcune sequenze numeriche da utilizzare periodicamente:

• Sviluppo Personale Eterno: 9888772988. Visualizzare la sequenza numerica all'interno di
una sfera che si trasforma da blu in oro. Questo pilotaggio apre all'evoluzione continua
dell'individuo.

• Trasformazione di una situazione negativa in positiva: 1888948

• Per avere risposte immediate: 417584217888. Questa sequenza è la Fonte di Informazione
Eterna. 
Immaginate che questa sequenza brilli di una luce argentea passando sopra di voi dopo aver chiesto qualcosa. Subito dopo vi dovrebbe raggiungere un pensiero che è la risposta alla vostra domanda.

• Trasformazione di informazioni negative in positive: 19751

Quando si fa il pilotaggio per le altre persone o per il pianeta, (quest'ultimo si consiglia di farlo periodicamente per la salvezza globale e lo sviluppo armonico di tutta la Terra) pronunciare sempre il comando: “io mi sposto sul macrolivello...”